Così i batteri buoni del nostro corpo ci cureranno dall’interno

I microrganismi che vivono in simbiosi con il nostro corpo potranno essere modificati geneticamente per aiutarci a curare le malattie

30/08/2021 - di Redazione

Dentro di noi vivono moltissimi batteri “buoni” che contribuiscono al funzionamento ottimale dell’organismo e a mantenerci in salute. Ma secondo gli scienziati potrebbero fare ancora di più, modificandoli geneticamente in modo che ci curino direttamente dall’interno. La procedura è stata sperimentata sul batterio di Escherichia coli e su un minuscolo verme che vive nel suolo, il Caenorhabditis elegans, spesso utilizzato negli studi scientifici, e i ricercatori sono convinti che possa essere applicata anche ai microrganismi che vivono in simbiosi con il nostro corpo.

 

Protagonista dello studio è stato appunto un ceppo di C. elegans modificati per emettere una fluorescenza verde. Il team della Texas A&M University li ha quindi nutriti con dei batteri di Escherichia coli, a cui hanno inserito un gene capace di inibire il meccanismo alla base della fluorescenza. Attivato da una specifica sostanza chimica, il gene extra dei batteri ha effettivamente bloccato la “luminosità” nei vermi.

 

Gli scienziati sostengono che questo processo di silenziamento genico basato sui batteri può essere facilmente esteso anche ad altri organismi. “I batteri hanno una relazione simbiotica con molte specie, influenzando il metabolismo, il sistema immunitario e il comportamento degli organismi che li ospitano”, spiega uno degli autori, Qing Sun; “Nella nostra ricerca abbiamo approfittato della simbiosi fra i batteri e un organismo relativamente complesso per sviluppare uno strumento genetico programmabile, in grado di influenzare positivamente la fisiologia dell’ospite“. In un futuro quindi i batteri OGM del nostro corpo potrebbero trovare un impiego in medicina, migliorando la nostra salute e veicolando terapie per la cura delle malattie.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature Communications.