Foto: Liudmila Cheklova / iStock
Foto: Liudmila Cheklova / iStock

C’è un allenamento specializzato per recuperare l’olfatto dopo la malattia causata dal Coronavirus: lo spiega uno studio inglese.
Anche dopo essere guariti dal Covid-19, alcuni pazienti fanno fatica a sentire gli odori per settimane o addirittura mesi. La perdita dell’olfatto è non solo uno dei sintomi più comuni durante la malattia, ma anche uno di quelli che solitamente permane più a lungo (anche quando il Coronavirus abbandona il nostro organismo). Esistono modi per recuperare gli odori più in fretta? Alcuni studi preliminari hanno parlato dei corticosteroidi (usati ad esempio per curare l’asma), ma non abbiamo prove sufficienti per considerarli efficaci. Tuttavia, la scienza ha sdoganato un rimedio fai-da-te che potrebbe funzionare. Si tratta di un vero "training olfattivo", un allenamento specializzato per recuperare gli odori che faticano a tornare.
 

L’allenamento per recuperare l’olfatto dopo il Covid

Ad approfondire l’utilità dell’allenamento degli odori è stato uno studio dell’University of East Anglia, pubblicato sulla rivista International Forum of Allergy & Rhinology. Innanzitutto, gli esperti hanno ribadito che un paziente Covid su cinque, dopo otto settimane dal tampone di guarigione, non recupera completamente l’olfatto. Gli autori della ricerca hanno poi specificato che i corticosteroidi, che riducono i processi di infiammazione nel nostro organismo, non servono per recuperare più in fretta gli odori: “Hanno ben noti potenziali effetti collaterali negativi, dunque il nostro consiglio è di non utilizzarli come trattamento per la perdita di odore post-virale”, spiega prof. Carl Philpott, co-autore dello studio. Dalle rilevazioni è però emerso che un trattamento fai-da-te (e gratuito) potrebbe dare una mano notevole ai pazienti Covid il cui olfatto tarda a ripresentarsi.
 

Come fare l’allenamento per recuperare l’olfatto

Il training olfattivo è già “prescritto” ai pazienti alle prese con disfunzioni olfattive post-infettive. Questo particolare allenamento per gli odori consente al cervello di “riorganizzarsi per compensare un cambiamento”, sottolinea il dottor Philpott. Il training olfattivo è semplice: per due volte al giorno bisogna esporsi ad almeno quattro odori diversi. L’esposizione agli odori deve durare dai 30 ai 60 secondi, e l’allenamento va condotto quotidianamente per diversi mesi. L’ideale è annusare aromi che conosciamo bene: un frutto, del caffè, dei fiori. L’importante è che gli odori siano ben distinti tra loro, non si devono somigliare. E caso mai questo allenamento non dovesse funzionare, niente paura: entro sei mesi dalla guarigione, il 90% dei pazienti Covid riacquisisce naturalmente il proprio olfatto.