L’inizio dell’autunno è una buona occasione per prenderci cura dei nostri occhi facendo prevenzione, a tavola. E gustando due ortaggi buoni e versatili, i cavoli e gli spinaci, importanti alleati contro due comuni malattie della vista legate all’età: la degenerazione maculare senile e la cataratta. E questo grazie al loro contenuto di luteina e di zeaxantina, due carotenoidi presenti nell’occhio, (concentrati nella macula, l’area centrale della retina, ovvero la parte che trasforma gli impulsi visivi in impulsi nervosi) che si comportano come un filtro solare che protegge dai raggi solari nocivi. La luteina è di origine naturale, un potente antiossidante che protegge la vista poiché, quando la si assume con il cibo, essa si va a concentrare nella macula, cioè nell’area centrale della retina dell’occhio, dove va ad assorbire la luce azzurra naturale proteggendola dai raggi UV nocivi. Molti studi hanno evidenziato che chi mangia 5 porzioni di frutta e verdura al giorno dimezza il rischio di soffrire di degenerazione maculare. La verdura che contiene più luteina e zeaxantina è il cavolo verde (39.550 microgrammi per 100 grammi), seguono spinaci (11.938 mcg per 100 di prodotto), lattuga (2.635 mcg), broccoli (2.445 mcg) e zucchine (2.125 mcg).

G. C.