Il consumo di carne rossa è associato a un aumento del rischio di attacchi di cuore
Il consumo di carne rossa è associato a un aumento del rischio di attacchi di cuore

Consumare troppa carne può nuocere alla salute e in particolare al cuore: lo dice il buon senso e lo conferma ormai da tempo anche la scienza. Nuove evidenze in tal senso arrivano ora da uno studio della Queen Mary University of London, che grazie a un'imponente analisi su quasi 20 mila individui ha raccolto prove su come esagerare con le carni rosse sia associabile al peggioramento di alcune importanti funzioni cardiache.

Consumo di carne e salute del cuore

La dottoressa Zahra Raisi-Estabragh, prima autrice della ricerca, ha spiegato che in passato varie indagini "hanno mostrato che c'è un legame tra un eccessivo consumo di carne rossa e un aumento del rischio di attacchi di cuore o di morte per malattie cardiache". Alla luce di ciò, la sua equipe ha sfruttato una serie di tecniche di imaging per misurare alcuni parametri chiave, tra cui il volume dei ventricoli, la forma e la consistenza del muscolo cardiaco, e l'elasticità dei vasi sanguigni.

Le informazioni utili sono state raccolte dal database UK Biobank, coinvolgendo 19408 partecipanti, che tra le altre cose avevano rilasciato un'auto-dichiarazione riguardante la propria dieta. I ricercatori hanno anche applicato alcune correzioni in modo che fattori potenzialmente influenti (ad esempio età, sesso, malattie pregresse) non condizionassero la valutazione finale.

Troppa carne e il cuore soffre

L'analisi ha messo in luce che le persone abituate a mangiare elevati quantitativi di carne rossa avevano ventricoli più piccoli, funzione cardiaca peggiore e arterie più rigide, tutti indicatori di un deterioramento della salute cardiovascolare. Per avere un metro di paragone, gli scienziati hanno messo sotto esame anche il pesce azzurro, considerato da molti esperti un toccasana per cuore. Hanno così scoperto che a un maggiore consumo di pesce azzurro corrisponde un effettivo miglioramento della funzione cardiaca ed arterie più elastiche.

"È possibile che una maggiore assunzione di carne rossa porti ad un aumento del colesterolo nel sangue e questo a sua volta causi malattie cardiache", ha commentato Raisi-Estabragh. Nonostante il quadro complessivo debba essere ancora chiarito, ha continuato, "il nostro studio suggerisce che i parametri [analizzati] giochino un ruolo importante".

I risultati dello studio sono stati presentati nel corso dell'ultimo congresso organizzato dalla European Society of Cardiology.