Un bagno di luce e m'illumino di salute
Un bagno di luce e m'illumino di salute

ESTATE EQUIVALE a sentirsi bene e in forma. Merito della luce, che ha effetti positivi sull'umore e sulla salute. Secondo una ricerca condotta dall'Università di Londra alcuni virus che aggrediscono la pelle vengono neutralizzati dai raggi solari. Ed è scientificamente provato che nei Paesi con meno ore di luce la depressione è più diffusa.

Quali sono i meccanismi che regolano il bagno di benessere indotto dalla stagione estiva? «La luce colpisce specifiche aree del cervello che regolano la produzione di serotonina e cortisolo, gli ormoni del buon umore – spiega Stefano Giordani, oncologo e direttore scientifico dell'Associazione Onconauti che promuove corretti stili di vita –. Non a caso molte persone in autunno e inverno soffrono della Sindrome affective disorder, conosciuta come disturbo affettivo stagionale, una forma di depressione correlata alla presenza o meno di luce. Grazie ai raggi solari, potenti d'estate, il sistema neuroendocrino si equilibra regolando tempi e meccanismi fisiologici sul fronte appetito. Inoltre la luce influenza anche la produzione di melatonina che ha un effetto positivo sul ritmo sonno- veglia, che giova alla psiche e all'apparato cardiovascolare».

FABBRICA DI CALCIO: «Passeggiare 
all'aria aperta 
è un toccasana
Bastano anche solo
10 minuti al giorno
per vedere aumentare
i livelli di vitamina D»

Il sole stimola anche la produzione di vitamina D, particolarmente preziosa per le donne in menopausa perché aiuta a prevenire patologie degenerative come osteoporosi e artrite. Nei soggetti più giovani la vitamina D, il cui fabbisogno giornaliero varia a seconda dell'età, contribuisce alla fissazione del calcio. «Bastano 10 minuti di esposizione al giorno - illustra l'esperto – per vedere aumentare i livelli. Stare all'aria aperta stimola il metabolismo ed è utile a combattere lo stress». Sotto il sole le difese immunitarie aumentano. «Ricerche americane – sottolinea Giordani – dimostrano che l'esposizione ai raggi UV contribuisce ad incrementare l'attività dei linfociti T, le 'sentinelle' che ci proteggono da numerose malattie, cancro compreso, migliorando anche la resistenza alle infezioni. Inoltre, numerosi studi epidemiologici hanno confermato che livelli insufficienti di vitamina D, più diffusi nei Paesi nordeuropei e nelle donne anziane, costituiscono anche un fattore di rischio per molti tumori, tra cui quello al seno. Per le over 70 uscire di casa nella buona stagione è una pratica salutare, in quanto aumenta l'esposizione alla luce e migliora il tono dell’umore.

Fare una passeggiata all’aperto di 30 minuti ogni giorno si può tradurre in una vera e propria cura preventiva contro il cancro e la depressione».

EFFETTO INTIMO: «I raggi Uv accendono
l'attività sessuale
Attivano gli ormoni
che agiscono
sull'eccitamento»

La luce è un toccasana per diverse patologie della pelle. «La psoriasi migliora proprio grazie all'esposizione ai raggi solari positivi anche per la pressione sanguigna perché provocano una dilatazione dei vasi. La pressione così si abbassa e il rilascio di ossido nitrico concorre a proteggere l'apparato cardiovascolare, allontanando il rischio di infarti ed ictus», conclude l'esperto.

Anche l'attività sessuale trae giovamento. Lo conferma un'indagine di gruppo di ricercatori dell'università di Graz: grazie alla luce solare e all'aumento delle temperature si attivano ormoni responsabili dell'eccitamento sessuale, incrementando la capacità riproduttiva.