Bambini e smartphone: 6 ore di attività fisica a settimana per ridurre il rischio di sovrappeso

Esiste un chiaro nesso fra tempo speso sullo smartphone e sovrappeso: uno studio rivela quanto sport è necessario fare per rimanere in forma

19/08/2021
bambini-smartphone-sovrappeso-sport

I bambini che fanno un uso eccessivo di smartphone e media digitali rischiano di diventare adolescenti in sovrappeso. Ma c’è un rimedio, che ha riscontri scientifici: fare sport. L’attività fisica, la corsa, il fitness, gli sport di squadra o individuali, se praticati con costanza sono il vero argine contro gli effetti negativi dei device su peso negli anni successivi.
Lo rivela uno studio condotto dal Folkhälsan Research Center e dall’Università di Helsinki che ha analizzato il comportamento di bambini e mostra che 6 ore di attività fisica praticate ogni settimana dall’età di 11 anni sono in grado di ridurre il rischio di sovrappeso che può insorgere a 14 anni a causa dell’uso intenso di smartphone e altri media digitali.

 

Bambini e smartphone: 6 ore di attività fisica a settimana per ridurre il rischio di sovrappeso

Lo studio finlandese si è focalizzato sull’obesità nei bambini e negli adolescenti, uno dei temi più importanti a livello globale quanto a emergenza sanitaria, per indagare l’esistenza di un legame tra l’uso dei media digitali da parte dei bambini in età scolare e il rischio di sovrappeso più tardi, nell’adolescenza.
I risultati, pubblicati sul Journal of Physical Activity and Health, sono inequivocabili: anche prendendo in considerazione altri fattori che potrebbero avere un impatto sull’obesità (come le abitudini alimentari dell’infanzia e la quantità del sonno) è chiaro il nesso fra l’uso intensivo dei device elettronici e il rischio di obesità nell’adolescenza.
E, confrontando le abitudini di oltre 4 mila ragazzi, si è visto che solo chi svolge almeno 6 ore di attività sportiva alla settimana a 11 anni vede ridursi a zero il rischio di prendere peso in modo eccessivo alla soglia dei 14 anni.

 

Un’ora al giorno di sport contro la vita sedentaria

È ancora presto per mettere a punto linee guida sulla quantità e qualità di esercizio fisico da svolgere per limitare i danni dello smartphone, spiegano i ricercatori. Ma, come spiega la ricercatrice Elina Engberg, “Una buona regola è attenersi alle linee guida sull’attività fisica per bambini e adolescenti, secondo le quali in età scolare dovrebbero essere fisicamente attivi in modo versatile e vivace per almeno 60 minuti al giorno”.
Un’ora al giorno di movimento dunque, dovrebbe tenere lontani i rischi di sovrappeso e obesità e limitare i danni della vita sedentaria.