Diffondere la cultura della prevenzione nei giovani per proteggere gli occhi. Nasce su queste basi AIOS (Associazione Italiana Occhi e Sport) onlus presieduta da Maria Elisa Scarale, medico oculista del Gruppo CLK. «Abbiamo avviato accordi con le giovanili della Juventus e dell’Inter per effettuare screening e visite nei giovani sportivi – ha dichiarato la presidente a Torino in occasione del congresso di oftalmologia (info www.oftatodate2019.it) – l’auspicio è di convolgere sempre più le nuove generazioni». Secondo Aios vederci bene non basta, occorre anche salvaguardare il campo visivo, testare la percezione delle forme, dei colori, misurare l’abilità nel valutare le distanze, agire sul coordinamento posturale e l’equilibrio.