Trasferire angoli di Provenza nel nostro Paese non è più un’esperienza isolata o da pionieri. A Sud-Est di Pisa, lungo il confine con la provincia di Livorno, dal 1989 Mario Rosario Rizzi ha rigenerato il suo territorio rurale iniziando nel 2002 a coltivare oltre 15 specie di piante aromatiche nell’azienda Flora, sulle colline di Santa Luce, riconvertite da produttrici di grano a filiera di erbe officinali poi trasformate, attraverso la distillazione per corrente di vapore, in oli essenziali puri al 100% da utilizzare come integratori, aromi alimentari, ingredienti attivi dei cosmetici, oli da massaggio, prodotti per igiene e profumi per la persona e l’ambiente. E anche come vettore turistico. In occasione della fioritura dei campi di lavanda è stato infatti organizzato un contest fotografico mirato alla valorizzazione di tale suggestiva bellezza e che ha riversato durante i weekend una fiumana di visitatori nella piccola frazione di Pieve. Pubblicato sui social network, il centinaio di scatti è stato votato da Facebook e Instagram decretando il podio dei vincitori: Beatrice Niccoli, Gabriella Lorenzoni, Ilaria Garofoli per Instagram e Inga Mel, Marina Bellucci e Meri Guidi per Facebook.

In provincia di Bologna l’esperienza visiva e olfattiva si può invece fare in via Pedagna a San Lazzaro di Savena (Podere Palazzetto) dove dal 1986 abitano e coltivano lavanda i coniugi Silvia Stanzani e Paolo Garulli. Dalle loro 1200 piante si ricavano mazzi freschi, fiori essiccati e sgranati a mano per profumare la biancheria nei cassetti od oli da trasformare in saponi e creme per mani e corpo. Nel 2017 il loro olio essenziale si è classificato primo al Palio della Lavanda, organizzato a Monteombraro (Modena) dall’IPSA Spallanzani, l’istituto di riferimento regionale per la distillazione di olio essenziale (tre litri di olio da 250 chili di lavanda). La novità di quest’anno è il Cerchio Energetico costituito da undici diverse specie. Ma il lavandeto è anche apprezzato set per matrimoni. Un sì romantico per un attimo di eterno vissuto in viola.

Gli amici dei Parchi di Monteveglio e dell’Emilia organizzano escursioni anche all’azienda agricola Val di Pozzo a Madonna di Rodiano in Valsamoggia (Bologna). Vittorio Monzoni, il proprietario, che ha deciso di passare qui la sua vita da pensionato, ha investito sulla specie officinale e anche lui produce oli e altri derivati di erboristeria.

l. bo.