Roma, 1 giugno 2015 - Le informazioni diffuse in rete sul tema salute possono avere un impatto nella psiche degli adolescenti, in una fase cruciale della loro vita quando stanno costruendo la loro identità. Per questo è nato il progetto Diagno//click ovvero: quando i giovani interrogano il web per rispondere ai problemi di salute, progetto promosso dall’Associazione Family Smile con il patrocinio dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza. Frutto di uno studio approfondito il progetto ha lo scopo di monitorare i comportamenti, le aspettative e i condizionamenti che posso produrre le notizie più o meno attendibili di salute divulgate in rete.

I primi risultati saranno presentati a Roma il 15 giugno, presso la sede dell’Authority, Sala del Parlamentino, via di Villa Ruffo. Una batteria di questionari sono stati proposti a gruppi di studenti della scuola superiore di secondo grado di 11 regioni italiane (in totale 13 istituti) per ricavare una fotografia attendibile di come i giovani nella fascia d’età tra i 15 e i 18 anni, cliccano in rete informazioni riguardo: identità personale, malattie sessualmente trasmesse, controllo del peso corporeo, dipendenza dall'alcool, omosessualità, disagi psicologici, nuove droghe e notizie di medicina.

Il lavoro, ancora in fase sperimentale, propone strumenti di osservazione per i genitori per instaurare un dialogo costruttivo, dare alle Istituzioni strumenti di approfondimento per gestire le lacune informative in materia e come fine ultimo la realizzazione di un’applicazione (App) per adolescenti come strumento per promuovere l’accesso a informazioni appropriate. Tutte le info su www.familysmile.it

Alessandro Malpelo, QN Quotidiano Nazionale