Roma, 14 gen. (Adnkronos Salute) - I giovanissimi golosi di patatine fritte e hamburger, bibite gassate o zuccherate, dolciumi e altri snack, il famoso 'junk food' o cibo spazzatura, tanto da mangiarlo tre o più volte a settimana, hanno il 39% in più di rischio di ammalarsi di asma severa ed eczema. Per i bambini invece il rischio è del 27% più alto. A lanciare l'allarme su una dieta troppo ricca di grassi 'cattivi' è uno studio condotto dalla Auckland University (Nuova Zelanda) tra i ragazzi di 50 Paesi pubblicato sul 'British Medical Journal'. I ricercatori hanno esaminato il regime alimentare di 181 mila bambini con un età tra i 6-7 anni e 319 mila giovanissimi tra i 13 e 14 anni. Gli scienziati hanno inoltre scoperto che entrambi i gruppi erano più inclini alla rinocongiuntivite patologia oculare.

Secondo la ricerca il responsabile numero uno è il livello di grassi saturi contenuto nel 'junk food', che contribuisce a diminuire la capacità difensiva del sistema immunitario dei più giovani. "Ma - avverte la ricerca - basterebbero tre porzioni alla settimana di frutta e verdura per ridurre il pericolo asma ed eczema del 14 % per i bambini e del 11% per gli adolescenti".