Parigi, 5 agosto 2012  - Una scoperta inattesa, e scioccante sotto certi aspetti, scuote gli ambienti scientifici impegnati nella lotta al cancro. La chemioterapia, usata da decenni per combattere i tumori, in realtà può stimolare, nelle cellule sane circostanti, la secrezione di una proteina che sostiene la crescita e rende ‘immune’ il cancro a ulteriori trattamenti.

LO STUDIO - A pubblicare la rivelazione scientifica è niente meno che la rivista Nature. La scoperta è frutto di uno studio statunitense sulle cellule del cancro alla prostata tesa ad accertare come mai queste ultime siano così difficili da eliminare nel corpo umano mentre sono estremamente facili da uccidere in laboratorio.