Roma, 18 aprile - Nuova tecnica diagnostica targata Italia. Si tratta dispeciali occhiali verdi che scovano il cancro alla bocca precoce: si chiamano ‘Goccles’ e sono stati progettati e realizzati dall’equipe dell’Unita’ Operativa di Chirurgia Maxillo-facciale del Complesso Integrato Columbus - Universita’ Cattolica di Roma, diretta da Sandro Pelo.

Goccles (Glasses for Oral Cancer - Curing Light Exposed - Screening), frutto di una ricerca coordinata da Alessandro Moro e Francesco Di Nardo, sono in grado di identificare lesioni tumorali precoci della mucosa orale e di indicarne con precisione i margini.

Il carcinoma del cavo orale ogni anno in Italia causa circa 3000 decessi. In oltre il 60% dei casi la malattia si scopre quando è già in stadio avanzato e le chance di sopravvivenza sono inferiori al 30%.

''Goccles - spiega Pelo - funziona sfruttando la luce delle lampade 'fotopolimerizzanti' presenti in ogni studio dentistico, provocando il fenomeno dell’’autofluorescenza sulla mucosa del cavo orale. Indossando gli occhiali e’ possibile osservare la riduzione di autofluorescenza provocata dalle cellule tumorali o displasiche grazie a un filtro ottico molto selettivo, che permette di evidenziare i tessuti malati o in procinto di ammalarsi''.

''Lo strumento è stato testato su 32 pazienti ‘a rischio’ tumore, soggetti affetti da displasie e lesioni croniche o precedentemente trattati per carcinoma del cavo orale, forti fumatori e bevitori, pazienti in eta’ avanzata'', spiega Di Nardo. Ogni paziente è stato sottoposto a ispezione tradizionale del cavo orale, seguita da esame dell’autofluorescenza con gli occhiali. I test dimostrano che lo strumento funziona: rivela tumori che possono sfuggire alla diagnosi tradizionale.