{{IMG_SX}}Roma, 31 maggio 2008 - Altro che sudate in palestra sul tapis-roulant. Per vivere più a lungo basta prendere sacca, ferri e bastoni, e dedicarsi al più flemmatico golf. Secondo un recente studio svedese, infatti, questo sport allungherebbe la vita di ben cinque anni. I ricercatori del Karolinska Institutet, dopo aver esaminato 300 mila giocatori, hanno scoperto che questi ultimi hanno un rischio di morte ad ogni età del 40% inferiore rispetto ai coetanei non giocatori. Un dato che, secondo gli studiosi, «corrisponde a un aumento di cinque anni dell'aspettativa di vita», riferisce il 'Daily Mail'.


Insomma, nonostante l'assenza di attività fisica ad alto impatto, questo sport regala notevoli benefici. «Praticare golf significa stare all'aria aperta per almeno 4-5 ore, e camminare a ritmo veloce per sei o sette chilometri - commenta Anders Ahlbom, coordinatore dello studio pubblicato sullo 'Scandinavian Journal of Medicine & Science in Sports' - Cose che fanno senz'altro bene alla salute». Non solo, di solito il golf si scopre nella terza età, e secondo il ricercatore gli aspetti sociali e psicologici di questo sport «indubbiamente aiutano» chi li pratica a sentirsi bene.


Insomma, indipendentemente dall'età, ma anche dal sesso o dal gruppo sociale dei giocatori, il golf si è rivelato un un elisir di lunga vita. Non solo, sembra anche che i più bravi, in grado di «mantenere un basso handicap», avranno maggiori benefici «perchè giocano di più e più intensamente degli altri», conclude il ricercatore. Con somma gioia degli appassionati, ma anche dei campioni come Annika Sorenstam e Tiger Woods.