Domenica 21 Luglio 2024

Roma, 85enne va in ospedale e gli occupano la casa: per tre giorni una famiglia ha preso il suo alloggio comunale

Gli agenti dello Spe sono intervenuti contro gli abusivi entrati forzando la porta quando l’anziano è andato d’urgenza in ospedale

Agenti della polizia di Roma Capitale (foto d'archivio)

Agenti della polizia di Roma Capitale (foto d'archivio)

Roma, 14 novembre 2023 – Occupazione abusiva lampo in un alloggio comunale di via Luigi Crocco con vittima un anziano di 85 anni che tre giorni fa è dovuto uscire con urgenza dalla sua abitazione per andare in ospedale. Al suo ritorno ha trovato la porta di casa forzata e all’interno del suo alloggio una famiglia, una ragazza di 23 anni con il suo compagno e i figli. Sono state le pattuglie della Polizia di Roma Capitale a permettere, questa mattina, al signore 85enne di ritornare in possesso della sua abitazione.

Approfondisci:

Occupazioni abusive, l’avvocato: per il risarcimento 4 gradi di giudizio. Cosa succede dopo la sentenza della Cassazione

Occupazioni abusive, l’avvocato: per il risarcimento 4 gradi di giudizio. Cosa succede dopo la sentenza della Cassazione
Approfondisci:

Occupazioni abusive, sentenza della Cassazione: i proprietari vanno sempre risarciti. Ecco perché

Occupazioni abusive, sentenza della Cassazione: i proprietari vanno sempre risarciti. Ecco perché

Cosa è accaduto

L'uomo, tre giorni fa, è stato costretto a recarsi in ospedale per alcuni accertamenti urgenti ma, al suo ritorno, si è trovato casa occupata da 4 persone. Gli agenti dello Spe (Sicurezza pubblica emergenziale) sono quindi intervenuti denunciando la ragazza italiana di 23 anni responsabile di aver forzato la porta d'ingresso dell’alloggio dell’85enne ed aver fatto entrare il suo compagno con i figli all'interno. Gli abusivi, a cui è stata offerta assistenza con una sistemazione alternativa, poi rifiutata, sono stati fatti uscire permettendo al legittimo assegnatario dell'appartamento pubblico, di proprietà di Roma Capitale, di poter far rientro nella sua abitazione.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui