Roma, 4 agosto 2021 - Operazione straordinaria alla Stazione Termini, dove ieri è intervenuto un contingente delle forze dell'ordine per passare al setaccio le zone di rischio del quartiere. Chiusi quattro locali irregolari e cinque licenze sospese, multe per 24mila euro. Nel corso della “battuta di caccia” sono state controllate 269 persone, di cui 61 con precedenti penali. Diciassette le denunce e un pusher è finito in arresto. È il bilancio di una giornata di controlli nel quartiere Termini, messi in campo dopo l'ultimo summit sicurezza avvenuto in Prefettura.

Obiettivo dell'imponente servizio di sicurezza – che ha visto impegnate la polizia di stato, l'arma dei carabinieri, la guardia di finanza e la polizia locale – è stato quello di intensificare il controllo del territorio nell'area, di fronteggiare situazioni di degrado urbano che possono generare nei cittadini un senso di insicurezza e di colpire lo spaccio di sostanze stupefacenti, il controllo degli esercizi commerciali e gli stranieri irregolari sul territorio. La massiccia presenza di personale delle forze dell'ordine è stata voluta, inoltre, per scoraggiare qualsiasi forma di reato legata al transito di turisti dalla stazione più importante di Roma.

La zona è stata completamente interdetta al traffico per tutte le fasi delle operazioni di polizia, in particolare, le vie di accesso alla zona: via Giolitti, via Marsala, piazza dei Cinquecento e tutte le strade adiacenti sono state scandagliate da equipaggi dei Reparti inquadrati al fine di cinturare l'area interessata e consentire un accurato controllo di tutti i soggetti che stazionano nelle zona.

Pattuglie delle Fiamme Gialle, insieme agli equipaggi della polizia locale sono stati dispiegati con compiti di deterrenza dei fenomeni di abusivismo commerciale. Polizia e carabinieri, suddividendosi le aree di interesse, hanno operato in autonomia sotto la direzione dei propri Funzionari ed Ufficiali, ma in pieno raccordo e coordinamento con le altre forze.

Agenti in borghese, affiancati dai cani delle unità cinofile, hanno proceduto al controllo dei ballatoi in via Giolitti per verificare la presenza di eventuali spacciatori. All'esito di tale attività sono state controllate 269 persone, di cui 134 straniere e 61 con precedenti di polizia. Sono stati accompagnati presso l'Ufficio Immigrazione 11 cittadini stranieri irregolari. Un cittadino nigeriano è stato arrestato in flagranza per il reato di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Altre 17 persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica, di cui una per contraffazione di marchi di abbigliamento, due per furto, una per ricettazione in concorso, cinque per molestie ai danni dei viaggiatori, tre per inosservanza del foglio di via obbligatorio e altre tre per violazione dell'ordine restrittivo Dacur, una per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale e un'altra per detenzione di droga ai fini di spaccio.