I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Ostia hanno arrestato una coppia di romani
I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Ostia hanno arrestato una coppia di romani

Ostia (Roma), 20 ottobre 2021 – Sono finiti ai domiciliari una coppia di romani, di 47 e 51 anni Roma, entrambi accusati di rapina aggravata. L'uomo e la donna conviventi si erano furtivamente introdotti nel magazzino di un negozio di casalinghi di Ostia, ieri pomeriggio 19 ottobre 2021 tentando di rubare vari prodotti di cosmetica e profumi, riempendo un intero carrello. Il responsabile dell'esercizio commerciale però, sentiti dei rumori, ha sorpreso la coppia e, nel tentativo di fermarli, ne è nata una violenta colluttazione nel corso della quale il malvivente ha anche estratto un taglierino che ha utilizzato per ferire leggermente il dipendente, poi abbandonata l'intera refurtiva sono fuggiti. I carabinieri intervenuti hanno subito analizzato i filmati del sistema di video-sorveglianza, nonché le foto che l'aggredito era riuscito a fare con il suo cellulare ai rapinatori, riconoscendo senza ombra di dubbio i due responsabili, già noti ai militari per analoghi fatti, avviando immediate ricerche nel territorio. I militari, dopo aver controllato vari luoghi abitualmente frequentati dalla coppia li hanno rintracciati in strada e bloccati. A seguito della perquisizione, all'uomo è stato anche trovato il taglierino utilizzato durante la rapina. Gli arrestati sono stati ristretti agli arresti domiciliari

Spacciatori in manette

Sempre nel pomeriggio di ieri in manette anche due romani di 40 e 60 anni, già noti alle forze dell'Ordine, beccati in flagranza del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri, mentre stavano andando a fornire supporto ai colleghi impegnati per la tentata rapina appena avvenuta, nel comprensorio denominato "lotti" di Ostia, hanno notato due persone intente a cedere della sostanza stupefacente a un acquirente. A quel punto i militari hanno deciso di deviare il loro percorso per fermare gli spacciatori, i quali, alla vista dei militari, hanno tentato la fuga, ma sono stati bloccati dopo un breve inseguimento a piedi. A seguito della perquisizione personale, i due sono stati trovati in possesso di 7 involucri termosaldati contenenti cocaina, oltre alla somma contante di 285 euro, suddivisi in banconote di piccolo taglio, ritenuti provento della pregressa attività di spaccio, il tutto posto sotto sequestro. I due sono agli arresti domiciliari.