ardea sparatoria
ardea sparatoria

Roma, 13 giugno 2021 –  "È una tragedia annunciata. Bisticciava coi vicini e poi li minacciava sparando colpi in aria. Bisogna chiedersi perché avesse una pistola in casa". Sono le parole pesantissime di Romano Catino, il presidente del consorzio Colle Romito di cui fa parte Ardea.

Ha sconvolto tutti la tragedia che si è consumata questa mattina ad Ardea, comune alle porte di Roma, dove un uomo ha ucciso a colpi di arma da fuoco due bambini e un anziano. Anche il mondo della politica romana si è subito attivato per denunciare l’accaduto, con reazioni di incredulità e dolore.

"Noi trasmettevamo le segnalazioni alle forze dell'ordine - continua Catino -. L'ultimo episodio di qualche giorno fa. Viveva con la mamma (Rita Rossetti, ndr), il padre si è visto poco, non ci risulta avesse un lavoro. I bambini stavano andando al parco delle Pleiadi, dove c'è un campo di calcio".

E un residente del Consorzio, aggiunge: "Pare che stamane avesse già sparato ad un'altra persona ma ad una distanza di 70 metri non l'aveva presa. Poi deve aver incontrato i bambini".

Il presidente Catino: “Sapevamo che era pericoloso”

Rivelazioni inquietanti invece quelle del presidente del consorzio Colle Romito, in cui si trova Ardea, Romano Catino: “La famiglia dell'omicida era conosciuta nel quartiere per episodi di molestie e degrado. Più volte sono stati segnalati alle forze dell'ordine. Basti pensare che una persona della nostra vigilanza interna ha il compito di tenere d'occhio quella villetta”, ha confessato Catino, che ha poi aggiunto: “Pensavamo fossero petardi, una volta scoperta la tragedia abbiamo invitato tutti a stare a casa”.

La sindaca Raggi: “Vi siamo vicini”

Su Twitter, la sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi, ha espresso il suo cordoglio alla cittadinanza, assicurando vicinanza da parte della sua amministrazione comunale: “Immenso dolore per la tragica morte di due bambini e un anziano ad Ardea. Roma Capitale si stringe intorno alle famiglie e a tutta la comunità ardeatina. Vi siamo vicini in questo terribile momento di lutto”, ha scritto la prima cittadina capitolina.

L’assessore D’Amato: “Fatto il possibile”

Anche l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, che è rimasto in costante aggiornamento con i soccorritori, si è lasciato andare a parole di sconforto: “Gli operatori intervenuti sul posto hanno impiegato tutti gli sforzi possibili per salvare le vittime con ripetuti tentativi di rianimazione, ma la situazione è apparsa fin da subito compromessa. Sono profondamente scosso per l'accaduto ed esprimo tutto il mio rammarico e le più sentite condoglianze ai familiari e all'intera comunità di Ardea, che oggi vive un terribile lutto per questa tragedia", ha detto D’Amato.

Calenda: “Troppe armi”

Polemico invece il tweet di Carlo Calenda, candidato sindaco di Roma Capitale con la lista civica Azione: “Allucinante quanto accaduto ad Ardea. Troppe armi da fuoco in giro”, ha detto l’ex viceministro dello Sviluppo economico. Sui social, in molti come Calenda stanno denunciando l’eccessiva facilità con cui un uomo, peraltro considerato instabile mentalmente, sia riuscito a procurarsi un’arma.

Meloni: "Prego per le vittime"

Scossa anche la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni: "La mia preghiera per le vittime di questa tragedia, il mio cordoglio e quello di Fratelli d’Italia per i loro familiari e per tutti i cittadini di Ardea", ha scritto su Twitter la politica romana. 

Letta: "Disperazione"

Al coro di sdegno e tristezza si è unito anche il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta: "Sono agghiaccianti le notizie che arrivano sul dramma di Ardea a Roma. Penso in questo momento allo strazio dei genitori e dei parenti. Penso alla disperazione in cui si è trasformata una domenica che doveva essere di nuova vita, di riaperture e di giochi all'aperto", ha scritto su Twitter.

"Sono strazianti le notizie che arrivano da Ardea dove, questa mattina, si è consumata una vera tragedia. Il pensiero ora va alle famiglie dell'uomo e dei due bambini che, nella sparatoria, hanno perso la vita e a tutta la comunita' di Ardea". Lo scrive in un tweet Marta Leonori, Capogruppo Pd della Regione Lazio. 

​Zingaretti: "Tragedia che lascia sgomenti e con lo strazio al cuore"

"Oggi è una giornata molto triste per la nostra comunità. L'uccisione dell'anziano e dei due bambini ad Ardea rappresenta una tragedia che lascia sgomenti con lo strazio nel cuore. Rivolgo le condoglianze mie e della Regione Lazio alle famiglie delle vittime e la totale vicinanza alla comunità di Ardea e del consorzio provate dalla drammaticità degli avvenimenti". Così in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.