Sassi recuperati dalla polizia
Sassi recuperati dalla polizia

Roma, 23 luglio 2021 – Un sasso lanciato contro un treno in corsa, tragedia sfiorata sulla linea Roma-Lido. È successo ieri sera sulla tratta della metropolitana fra Magliana e Tor di Valle, un atto vandalico che per fortuna non ha portato al ferimento dei passeggeri che viaggiavano a bordo del treno. Ancora ignota l'identità dei vandali, la polizia indaga per scoprire gli autori di questo folle gesto.

“Non ci sono stati problemi per le persone, ma il convoglio è stato danneggiato e quindi non sarà disponibile per il servizio di oggi", fanno sapere da Atac. Linea sospesa, dunque, in attesa di riparare i danni prodotti dall'impatto del sasso, combinato con la velocità del treno. L'azienda dei trasporti romana esprime la propria "ferma condanna per l'accaduto, che oltre generare pericolo per la collettività, sottrae risorse al servizio proprio mentre la linea deve far fronte alla criticità derivanti dall'avvio della revisione generali per alcuni dei treni in servizio".

Linea in servizio a scartamento ridotto

Molti treni sono in officina per la revisione meccanica, a tal proposito, i tecnici Atac "stanno lavorando per individuare le soluzioni tecniche necessarie a mitigare gli effetti della carenza di treni sulla linea Roma-Lido provocata dalla necessità di avviare diversi convogli alla revisione generale. I piani verranno perfezionati nelle prossime settimane e sottoposti alla Regione per le necessarie autorizzazioni, in vista della ripresa di settembre, quando è prevedibile un aumento della domanda di trasporto su tutta la rete gestita da Atac".

Interventi su 50 treni, Atac: “Servono finanziamenti”

La linea è regionale, mentre i treni sin circolazione sono tutti di proprietà di Roma Capitale e di Atac. "Per i treni Caf 300 che circolano sulla linea – spiegano dall'azienda dei trasporti – a partire dal 2010, gli interventi contrattualizzati in carico alla Regione Lazio non hanno ricevuto stanziamenti di risorse per procedere alle revisioni generali. Solo dopo il 2018, grazie ai fondi resi disponibili dal Mit, è stato possibile avviare le procedure di gara per il loro svolgimento. La gara è quasi conclusa e a breve le attività di revisioni partiranno non solo per i convogli della Roma-Lido, ma anche di quelli per Metro A e Metro B. Il piano dei lavori è previsto duri almeno fino al 2027 e riguarda circa 50 treni".

Atac ricorda che "per evitare che i processi di revisione generale impattino sui livelli di servizio, è necessario che le istituzioni consentano all'azienda di poter contare su un flusso regolare di finanziamenti per dare stabilità ai processi manutentivi ordinari e straordinari".