8 feb 2022

Sanità Roma, muore dopo 10 ore di attesa in pronto soccorso. "Si contorceva dai dolori"

La 67enne Rossana Alessandroni è arrivata al pronto soccorso del Vannini con forti dolori all'addome, poi è deceduta al Tor Vergata per dissezione dell'aorta nonostante l'intervento d'urgenza. La Regione ha disposto "un audit clinico immediato per definire tutti i passaggi assistenzial"

featured image
Reparto di pronto soccorso

Roma, 8 febbraio 2022 – È rimasta per dieci ore sulla barella del pronto soccorso in attesa di una Tac, nonostante lamentasse forti dolore all’addome, fino a quando la situazione è degenerata. Inutile il trasferimento al policlinico di Tor Vergata, dove è stata sottoposta a un intervento d'urgenza: la è morta per una dissezione dell'aorta ascendente. E l’emorragia interna le sarebbe stata fatale. È la terribile vicenda vissuta dalla 67enne Rossana Alessandroni, arrivata al pronto soccorso dell'ospedale Vannini accusando dolori allo stomaco. A denunciare il caso sono stati i familiari della donna, che ora chiedono l'intervento della magistratura.

Approfondisci:

Muore in ospedale dopo il parto, 6 avvisi di garanzia per i medici del Rizzoli di Ischia

Al Vannini l'hanno tenuta dieci ore su una lettiga in pronto soccorso in attesa di farle una Tac. Mentre lei si contorceva dai dolori. Se fossero intervenuti subito, forse mia zia sarebbe
ancora viva
”, racconta la nipote della vittima. Stamattina la direzione Salute (Area Rischio Clinico) della Regione Lazio ha disposto un riesame del caso, per definire tutti i passaggi vissuti dalla donna in quelle dieci interminabili ore, dall’arrivo all’accettazione del pronto soccorso fino al trasferimento in un altra struttura, dove i medici hanno cercati di salvarle la vita con un intervento chirurgico d’urgenza.

La Regione Lazio vuole vederci chiaro

“È stato disposto stamani dalla Direzione regionale Salute un immediato audit clinico fanno sapere dalla Regione in una nota per definire tutti i passaggi assistenziali che hanno riguardato la signora Rossana Alessandroni, dai tempi del soccorso, al decorso presso l'ospedale Vannini, i tempi dell'inquadramento clinico e le relative modalità operative ed il successivo trasporto all'hub di riferimento Policlinico Tor Vergata. Verrà tutto svolto con la massima celerità. Ai familiari vanno le sentite condoglianze, assicurando che verranno chiariti nella massima trasparenza tutti i passaggi clinici», conclude al nota emessa dai pianti alti di via Cristoforo Colombo.

Approfondisci:

Napoli: ricoverato in Tso, 39enne muore all'Ospedale del Mare. La famiglia denuncia

“La signora – spiegano dall’ospedale Vannini, al quale la donna si è rivolta per essere visitata – ha fatto il percorso Covid che ha allungato i tempi, accusava dei sintomi generici, è stata sottoposta a due tac e poi trasferita a Tor Vergata, l'hub di riferimento per il reparto di cardiochirurgia”. Ora i familiari chiedono l'intervento del Tribunale di Roma.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?