L'aeroporto di Fiumicino
L'aeroporto di Fiumicino

Roma, 30 aprile 2021 – Primi interventi delle autorità per arginare il diffondersi della variante indiana del Covid-19. E' stato infatti annullato il volo proveniente da uno scalo dell'India, il cui atterraggio era previsto alle 14 di oggi all'aeroporto di Fiumicino. Il volo era inizialmente previsto con arrivo alle 4 di mattina, poi spostato alle 14 ed infine annullato. La Regione Lazio aveva comunque giù approntato le squadre Uscar per eseguire i tamponi ai passeggeri.

Covid Italia: dati dei contagi del 30 aprile

Zingaretti: “Limitare i flussi, ma abbiamo già attivato Covid hotel”

Intanto l'assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, è tornato a chiedere il blocco totale dei voli dall'India, e anche il governatore Nicola Zingaretti si è esposto sulla faccenda: "Dobbiamo limitare al massimo i flussi e chi arriva faccia la quarantena, anche se negativo al tampone. Sono già stati attivati gli hotel”.

"La preoccupazione è la stessa di tutti quei Paesi dove ci sono stati altissimi tassi di contagio – ha continuato Zingaretti -. Ora c'è una buona collaborazione, le indicazioni del governo sono chiare". Allo stato attuale l'ingresso dei cittadini indiani è vietato salvo i residenti in Italia.

Il caso di ieri

Si tratta quindi del primo volo annullato per timori legati alla variante indiana di Covid-19, dopo che ieri su un altro aereo proveniente sempre dall’India erano state trovate 23 persone positive su 223 tamponi effettuati tra passeggeri ed equipaggio. Un dato che ha evidentemente allarmato le autorità e portato alla decisione di oggi.