Violenza e maltrattamenti in famiglia
Violenza e maltrattamenti in famiglia

Roma, 17 giugno 2021 – Due feste a base di alcolici a casa di amici, due ragazze diverse, due storie differenti accomunate però dallo stesso esito: una denuncia per violenza sessuale. Succede a Roma, dove una giovane studentessa universitaria ha denunciato alla polizia del Commissariato Porta Pia, diretto da Angelo Vitale, di essere stata stuprata da un amico dopo un party, facendo così scattare le indagini su altri casi simili avvenuti nei mesi precedenti.

Poi la notizia è circolata nella cerchia di amici, fino ad arrivare all’orecchio di un’altra ragazza, questa volta minorenne, che ha preso coraggio e ha denunciato anche lei di essere stata vittima di una violenza sessuale avvenuta in circostanze simili. Dopo gli esposti, gli investigatori sono già riusciti a individuare i tre presunti responsabili, due dei quali sono stati arrestati e messi ai domiciliari con braccialetto elettronico dal gip.

Due episodi, stesso copione: un giovane è indagato per entrambi

La posizione del terzo è invece ancora al vaglio dell’Autorità Giudiziaria e, in particolare, della Procura dei Minori di Roma, essendo minorenne. Entrambe le ordinanze di custodia cautelare per i ragazzi maggiorenni sono state eseguite dagli agenti del Commissariato Porta Pia, ai quali sono affidate le indagini su delega dei pm capitolini, che ha deciso di unificare i due episodi in un unico procedimento.

In entrambi i casi, infatti, il copione sarebbe lo stesso: i festeggiamenti con amici; tanto alcol consumato; la vittima che si addormenta; la violenza. La prima giovane, una 20enne, ha raccontato di essersi svegliata proprio perché un suo amico la stava molestando sessualmente al termine di una festa in un appartamento in zona piazza Bologna organizzata da un gruppo di studenti universitari a febbraio.

La seconda vittima, di 17 anni, ha invece riferito agli investigatori di essere stata abusata dopo un party in un bed and breakfast di Trastevere, affittato a fine novembre, e che i suoi presunti stupratori sarebbero stati in tre. Secondo quanto si apprende, uno di loro risulterebbe già indagato per il primo episodio.