Polizia
Polizia

Roma, 17 maggio 2021 – Si è conclusa in modo rocambolesco una tentata rapina in un market del quartiere Prenestino, a Roma. Ieri sera gli agenti sono dovuti intervenire quando un uomo e una donna si sono introdotti in un negozio, hanno picchiato il titolare, sottratto la cassa e tentato infine la fuga. Ma se l’uomo è riuscito a scappare, meno fortuna ha avuto la donna che, con la cassa sottobraccio, è andata a sbattere contro uno scaffale diventando così facile preda della Polizia, subito sopraggiunta sul posto.

L’aggressione al titolare

La coppia si era introdotta nel market poco prima della chiusura, minacciando il titolare con un coltello e una pistola e intimando di consegnare l’incasso della giornata. Rifiutatosi di cedere il denaro, il commerciante è stato a quel punto picchiato alla testa e ferito: poi l’aggressore si è dato alla fuga, lasciando alla donna l’incombenza di prelevare la cassa e correre con il pesante oggetto sottobraccio. Scelta sbagliata, perché la donna, presa dalla foga, è finita contro uno scaffale restando a terra dolorante.

L’arrivo della Polizia

A quel punto, gli agenti sono arrivati sul posto: alla vista dei poliziotti, la donna ha iniziato ad aggredirli verbalmente lamentando anche forti dolori alle spalle. Di fianco a lei sono state rinvenute, e quindi sequestrate, entrambe le armi utilizzate per minacciare l’esercente: una pistola semiautomatica e un coltello in metallo.

Portata negli uffici della Polizia, la donna è risultata con precedenti penali: 54 anni, romana, è stata infine arrestata per tentata rapina aggravata in concorso. Nessuna traccia invece del complice, su cui sono in corso le ricerche delle forze dell’ordine.