Targa corretta Largo Carlo Azeglio Ciampi
Targa corretta Largo Carlo Azeglio Ciampi

Roma, 1 giugno 2021 – Prima l’imbarazzo, poi la polemica. Ha un qualcosa di paradossale quanto accaduto a Roma questa mattina, in quella che doveva essere un’importante evento istituzionale, l’inaugurazione di Largo Carlo Azeglio Ciampi. La cerimonia, alla quale partecipavano, oltre alla sindaca di Roma Virginia Raggi, anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e i presidenti di Camera e Senato Roberto Fico e Maria Elisabetta Alberti Casellati, è stata infatti interrotta per un errore nella targa commemorativa: il secondo nome di colui il quale fu Capo dello Stato dal 1999 al 2006 è stato infatti scritto male, “Azelio” anziché “Azeglio”.

L’errore sulla targa

Nei primi minuti si era diffusa la notizia secondo cui, durante le fasi di montaggio della targa, il travertino si era pesantemente danneggiato, tanto da costringere gli organizzatori a non rimuovere il drappo giallorosso che lo proteggeva.

Solo poco dopo tempo, attraverso il tessuto molto leggero del drappo, si è potuto leggere a chiare lettere che la targa non era stata scheggiata, ma riportava l’errore sul secondo nome di Ciampi. Un errore di battitura quindi, che ha fatto sospendere la cerimonia, posticipata al giorno in cui arriverà la nuova targa in sostituzione.

La targa con il nome sbagliato di Carlo Azeglio Ciampi (Dire)

Calenda: "Anche basta"

All’imbarazzo è seguita, come prevedibile, la polemica politica. Il leader di Azione Carlo Calenda, attraverso Twitter ha commentato l'accaduto: "Inaugurazione della piazza intitolata al Presidente emerito Ciampi. Presenti i Presidenti di Repubblica, Senato e Camera, ospiti della Sindaca Raggi. Non si scopre la targa perché sarebbe 'scheggiata'. Bugia, in realtà è stato scritto male il nome di Ciampi. Anche basta."

Gualtieri: "Ciampi si sarebbe fatto una risata"

Roberto Gualtieri, candidato del Pd a sindaco di Roma, alle primarie della coalizione di centrosinistra, ha invece puntato il dito contro l'amministrazione Raggi, parlando di “pressapochismo”: "Da grandissimo italiano qual è stato, Carlo Azeglio Ciampi si sarebbe fatto probabilmente una risata. Ma in questo incredibile errore c'è molto del pressapochismo dell'attuale amministrazione comunale di Roma. È davvero ora di voltare pagina".

Raggi: "La nuova targa è già al suo posto"

"Sono stata avvisata questa mattina, ho dato subito l'ordine di procedere ad una nuova targa che infatti già adesso è collocata al suo posto". Lo ha spiegato la sindaca di Roma Virginia Raggi, rispetto all'errore nella targa toponomastica di Largo Carlo Azeglio Ciampi.