Carabinieri (foto di repertorio)
Carabinieri (foto di repertorio)

Roma, 9 maggio 2021 – I carabinieri della stazione di Tarquinia e del Comando provinciale di Viterbo hanno arrestato tre giovani romani – T.M. di 20 anni, G.N. di 23 e D.S. di 21 – per concorso in sequestro di persona aggravato e minacce.

Stando a quanto ricostruito dai militari i tre, già noti alle forze dell’ordine e con numerosi precedenti alle spalle, avrebbero tentato di sequestrare un minorenne di Roma, che recentemente si è trasferito a Tarquinia, dopo un’animata lite riconducibile ad alcuni apprezzamenti espressi sui social da uno dei tre malviventi alla fidanzata della vittima.

Obbligo di dimora per i tre giovani

Dopo averlo contattato e raggiunto fuori dalla Capitale, i tre lo avrebbero minacciato con un coltello e una mazza da baseball per poi costringerlo a salire a bordo della loro auto, probabilmente con l’obiettivo di un violento pestaggio. Alcuni minuti più tardi, il giovane sarebbe però riuscito a sfuggire agli aggressori e ad allertare i carabinieri.

I militari sono quindi riusciti a intercettare l’auto dei presunti sequestratori in un parcheggio del centro, dove i tre giovani avrebbero cercato di nascondersi. Arrestati, T.M., G.N. e D.S. sono stati messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che per loro ha disposto la misura dell’obbligo di dimora con permanenza in casa dalle 20 alle 6 del mattino, nonché il divieto di avvicinamento alla giovane vittima.