Donna incinta
Donna incinta

Roma, 17 maggio 2021 – Weekend impegnativo per i carabinieri della Compagnia di Monterotondo, che in 48 ore hanno arrestato in flagranza di reato quattro persone ritenute responsabili di alcuni furti aggravati in abitazioni private, negozi e aziende dell’hinterland di Roma.

Ladra arrestata e subito liberata

A Fiano Romano, ad esempio, è finita in manette una 20enne domiciliata in un campo rom della Capitale beccata dai militari della stazione di Torrita Tiberina per aver rubato in un negozio di profumi diversi cosmetici, prontamente nascosti all’interno della sua borsa.

Identificata, per la giovane è scattato l’arresto in flagrante, ma siccome è in stato di gravidanza il pm di turno alla Procura di Rieti non ha potuto far altro che rimetterla in libertà. Sempre a Fiano Romano, gli agenti della Radiomobile hanno invece arrestato due ladri di 42 e 23 anni senza fissa dimora.

Rubano radiatori di auto d’epoca

Stando a quanto reso noto dall’Arma, nel corso della notte i due si sono introdotti furtivamente in un deposito di auto d’epoca e mezzi pesanti. Qui, dopo aver danneggiato le telecamere di videosorveglianza e rimosso il sistema di registrazione dei filmati, hanno smontato diversi catalizzatori e radiatori dai mezzi parcheggiati.

I due hanno inoltre manomesso due distributori automatici di cibi e bevande per rubarne le monetine all’interno e accantonato tutta la refurtiva nel piazzale del deposito, con l’intento di venirla a recuperare in un secondo momento. Proprio in quel momento, però, sono giunti sul posto i carabinieri e i malviventi sono scappati a bordo di una Volkswagen Passat.

La fuga è finita sulla Salaria

La loro fuga è stata però interrotta sulla Salaria, all’altezza del chilometro 24, da una pattuglia della sezione operativa dell’Arma, che li ha arrestati per furto aggravato. I due sono ora reclusi nel carcere di Frosinone, così come disposto dal magistrato di turno alla Procura di Tivoli.

L’ultimo intervento riguarda Monterotondo, dove i militari hanno arrestato – sempre in flagrante – una 43enne domiciliata a Zagarolo. La donna, approfittando della momentanea assenza della padrona di casa e dopo aver atteso che questa uscisse dal cancello, si è intrufolata in un’abitazione per razziarla.

Beccata dalla padrona di casa

Tuttavia, la proprietaria è rientrata poco dopo e ha colto di sorpresa la ladra mentre rovistava nei cassetti. La 43enne, a quel punto, si è data alla fuga con del denaro e un anello rubati alla vittima, la quale nel frattempo ha allertato le forze dell’ordine, che l’hanno arrestata poco dopo.

Per la donna, che ha alle spalle precedenti simili, il gip del Tribunale di Tivoli dopo aver convalidato l’arresto ha disposto la detenzione domiciliare presso la sua abitazione a Zagarolo.