Roma, avviata la pulizia all'esterno del campo rom di via Gordiani
Roma, avviata la pulizia all'esterno del campo rom di via Gordiani

Roma, 26 Maggio 2021 - Dopo il servizio andato in onda la settimana scorsa durante la trasmissione "Le Iene" sulla situazione al campo rom di via dei Gordiani, la sindaca Virginia Raggi ha mantenuto la parola, con un po' di ritardo. "Conosco bene la situazione che riguarda quel campo e tutta l'area limitrofa e ringrazio la trasmissione 'Le Iene' per averla segnalata. Negli scorsi mesi, infatti, avevo chiesto alla Polizia Locale di effettuare controlli sul posto. Ora li abbiamo potenziati: da qualche giorno abbiamo attivato un servizio di vigilanza h24 per prevenire i roghi tossici e salvaguardare l'incolumità pubblica", ha scritto la sindaca su Facebook.

L'impegno finora

Hanno presso avvio, dunque, le operazioni di pulizia e di rimozione dei rifiuti all'esterno del campo rom di via dei Gordiani, a est della città. "Stiamo inoltre studiando delle soluzioni per scongiurare ulteriori sversamenti di rifiuti e, quindi, eventuali roghi tossici, come ad esempio l'installazione dei New Jersey", ha aggiunto.

Fino ad adesso chiusi i campi rom del Camping River, del Foro Italico e dell'insediamento di Schiavonetti: "È proprio grazie al continuo monitoraggio del territorio e all'installazione di impianti di videosorveglianza che a Roma abbiamo registrato una diminuzione degli incendi del 30% in un anno - prosegue la sindaca -. Il lavoro per abbattere i roghi tossici chiaramente va di pari passo con quello per superare e chiudere i campi rom presenti in città. Una questione che per questa amministrazione è sempre stata prioritaria. Lo dimostra il fatto che il Piano Rom è stato uno dei primi atti prodotti. E in questi anni, infatti, abbiamo già chiuso i campi di Camping River, Foro Italico e l'insediamento di Schiavonetti. Di recente abbiamo sgomberato una parte del campo di Castel Romano e siamo in fase avanzata sui campi di Monachina e Barbuta, che oggi contano il 70% di presenze in meno. Sul campo di via dei Gordiani, invece, è in corso il progetto di mappatura sociale, come già attuato per altri insediamenti.

Raggi: "Supporto a chi ha davvero bisogno"

"L'impegno c'è ed è chiaro: mettere un punto e superare i campi rom aperti dalle precedenti amministrazioni, una fallimentare e dispendiosa risposta alle esigenze assistenziali e di inclusione delle popolazioni rom a cui stiamo ponendo rimedio. Lo facciamo dando supporto a chi ha davvero bisogno e vuole avviarsi a un percorso di autonomia e usando il pugno duro nei confronti di chi, invece, delinque e vive a scrocco", ha concluso la sindaca di Roma.