Carabinieri
Carabinieri

Roma, 4 maggio 2021 – Duro colpo allo spaccio nella Capitale: questa mattina, durante un’operazione anti droga, i Carabinieri hanno arrestato 21 persone, in seguito a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Roma su richiesta della Procura Direzione Distrettuale Antimafia. In totale gli indagati sono 35, di cui 11 sono finiti in carcere, 10 agli arresti domiciliari, e 14 con l’obbligo di dimora.

Un’associazione ramificata

Gli indagati sono tutti ritenuti responsabili di far parte di una presunta associazione che opererebbe nel quartiere di Tor Bella Monaca, occupandosi non solo di spaccio, ma anche di produzione di cocaina: nella zona di Fiano Romano è infatti stata trovata anche una raffineria, riconducibile all’organizzazione, dove veniva lavorata e confezionata la sostanza. Secondo le indagini dei carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Frascati, l’organizzazione avrebbe una struttura gerarchica ben ramificata.

Un anno di indagini

Le indagini sono partite grazie a una denuncia anonima, confermata poi da un collaboratore di giustizia. In un anno i carabinieri hanno tratto in arresto 85 persone in flagranza di reato per spaccio e detenzione ai fini di spaccio, sequestrando oltre 4 chilogrammi di cocaina, due di hashish e circa 100 mila euro in contanti. Gli inquirenti hanno proceduto anche al sequestro di una tabaccheria e di alcune imbarcazioni ormeggiate a Fiumicino acquistate grazie ai proventi dell'attività illecita.

Guadagni milionari

I profitti derivanti dallo spaccio sarebbero infatti milionari, con una media di oltre 220.000 euro a settimana. Nel corso delle indagini sarebbe anche stata accertata l'efficienza nel mantenere inalterata l'operatività nonostante i ripetuti arresti. Secondo gli investigatori, i presunti vertici del gruppo avrebbero usato utenze telefoniche fittizie sostituite ad ogni arresto, e fornito contributi economici per la difesa legale dei detenuti e dei loro familiari.

Le reazioni delle istituzioni

Pronte sono arrivate le congratulazioni delle istituzioni di Roma e Lazio. Grande soddisfazione da parte del prefetto di Roma, Matteo Piantedosi: "Ancora una brillante operazione dei Carabinieri di Roma, che annichilisce le organizzazioni criminali dedite al traffico di stupefacenti nel territorio di Tor Bella Monaca. Prosegue senza sosta l'impegno delle forze dell'ordine". A fargli eco il presidente regionale Nicola Zingaretti: "La lotta alla criminalità organizzata passa anche attraverso una maggiore presenza delle istituzioni nei quartieri più difficili, grazie ai Carabinieri e alla Direzione Distrettuale Antimafia".