Roma, Digos al lavoro dopo Italia-Galles: 6 denunce e 5 fogli di via
Roma, Digos al lavoro dopo Italia-Galles: 6 denunce e 5 fogli di via

Roma, 21 Giugno 2021 - Al termine di Italia-Galles, ultimo match di Euro 2020 giocato a Roma dalla Nazionale, la Digos ha iniziato a monitorare le zone più frequentate della Capitale, soprattutto quelle in cui si muovevano i tifosi provenienti dalla Gran Bretagna.

Sei i supporters italiani bloccati dalle forze dell'ordine, tra i 20 e i 50 anni, alcuni con dei Daspo alle spalle, che sono stati sottoposti a perquisizione personale a seguito della quale due sono stati trovati in possesso di due coltelli.

Tutti sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria per il reato di violenza privata, mentre i due trovati in possesso delle armi contundenti anche per porto di armi ed oggetti atti ad offendere. 

I tentativi di violenza

Dopo il fischio finale dell'incontro che ha visto l'Italia superare di una lunghezza la nazionale dei Dragoni, che dovrà accontentarsi del secondo posto nel girone. 100 tifosi gallesei, dunque, hanno deciso di ritrovarsi in un pub tra la Salita dei Borgia e via Leonina. Intorno alle 22.30 il gruppo si è spostato verso largo Corrado Ricci all'interno di un altro pub, in via del Colosseo.

In un altro bar a largo Corrado Ricci, alcuni tifosi italiani, alla vista di quelli stranieri, hanno iniziato però ad avere atteggiamenti provocatori. Alcuni hanno tentato di raggiungere i gallesi ma sono stati bloccati e tre di loro sono stati identificati.

Nella zona del Colosseo poi è stato ancora intercettato un altro gruppo di tifosi italiani dalla Digos, che nel frattempo non aveva mai perso d'occhio i 100 tifosi del Galles. Uno di loro aveva anche una cinta di cuoio in mano, pronta per essere utilizzata in uno scontro: tra i 20 e i 50 anni, qualcuno con precedenti Daspo e uno già accusato di apologia di fascismo, i sei sono stati bloccati e, una volta perquisiti, gli agenti gli hanno trovato addosso anche due coltelli. Per tutti è stato proposto il Daspo ed il foglio di via obbligatorio.

Contraffazione allo Stadio

E i fogli di via sono stati adottati dal personale della Divisione Anticrimine anche allo Stadio Olimpico. In particolare, la Guardia di Finanza ha denunciato cinque persone con l'accusa di contraffazione.