Carabinieri
Carabinieri

Roma, 10 giugno 2021 - I Carabinieri erano intervenuti per sedare un litigio domestico, ma hanno scoperto che uno dei protagonisti era un rapinatore ricercato da mesi e lo hanno immediatamente arrestato e condotto nel carcere di Vasto. È successo a Roma, in un appartamento in via Boccea, zona Nord-Ovest della Capitale.

Il litigio per futili motivi e la rapina al bar

È costato caro al presunto rapinatore di 55 anni, ricercato dal mese di ottobre 2020, il litigio per futili motivi con un’altra persona. I vicini di casa, allarmati per un possibile episodio di violenza, hanno allertato i Carabinieri, che sono intervenuti per prevenire eventuali conseguenze e identificare i due soggetti.

E a quel punto la scoperta: uno di loro è ritenuto essere l’autore di una rapina commessa lo scorso 5 ottobre ai danni della titolare di un bar di circonvallazione Cornelia, poco distante dal luogo in cui si trova l’appartamento dove era scoppiato il litigio. Su di lui pendeva per questo motivo un’ordinanza di misura cautelare in carcere per i reati di rapina e lesioni personali aggravate, che è stata immediatamente eseguita dai Carabinieri.