Carabinieri in azione
Carabinieri in azione

Roma, 15 Maggio 2021 - Può sembrare la premessa di un film d'azione, invece è la realtà: quello che si è sviluppato per le vie dell'Eur questa notte ha presto assunto la forma di un vero e proprio  inseguimento. Tutto è iniziato in via Fiume Bianco, quando un'automobile sulla quale viaggiavano due uomini - il guidatore, 37 anni, e il passeggero 30enne - non si è fermata all'alt dei carabinieri.

Il rocambolesco inseguimento ha visto impegnate diverse auto dei militari, mentre il conducente cercava di far perdere le sue tracce. Più volte ha cercato di procurare danni alle macchine dei carabinieri: arrestava ripetutamente la marcia facendosi raggiungere, per poi ripartire bruscamente dopo aver volontariamente urtato le autoradio dei Carabinieri che cercavano di avvicinarsi. La sua fuga è finalmente terminata quando ha imboccato via Uganda, strada con fondo cieco.

L'arresto

Dopo una serie di manovre e dopo aver ulteriormente urtato le pattuglie del Nucleo Radiomobile e della Compagnia, l'uomo alla guida si è trovato costretto ad arrendersi e i carabinieri lo hanno così arrestato. Il 37enne è stato ritenuto responsabile di resistenza a pubblico ufficiale, lesione personale, rifiuto di sottoporsi al test per rilevare l’eventuale assunzione di stupefacenti. 

Il passeggero che viaggiava insieme a lui è stato invece denunciato ed è in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale, lesione personale e porto di armi e oggetti atti ad offendere in quanto, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico, che è stato poi sequestrato.

La Lancia Y sulla quale viaggiavano i due fuggitivi, è stata sequestrata, nonostante i diversi danni riportati. Danni anche per alcune auto dei Carabinieri. Un militare ha riportato alcune contusioni.