Paulo Fonseca
Paulo Fonseca

Roma, 24 maggio 2021 - Il futuro dell’allenatore della Roma Paulo Fonseca si saprà tra una settimana. Di sicuro non sarà nella squadra della Capitale, visto l’arrivo di José Mourinho, annunciato da settimane nonostante la stagione fosse ancora in corso.

Si parla della Fiorentina, ma il tecnico non si è voluto sbilanciare, neppure al termine dell’ultima giornata di campionato: "Potrei restare in Italia, andare all'estero oppure fermarmi. Deciderò la settimana prossima. Fiorentina? Non posso dire niente”, ha dichiarato. 

Le parole durante la conferenza stampa erano quelle da addio, per la fine di un rapporto con i giallorossi durato due anni: "Sono cresciuto allenando la Roma, il calcio italiano non è facile per gli stranieri. Oggi posso dire che mi sono adattato e sono un altro allenatore".

Roma in Conference League

Sicuramente non è stata una stagione di grandi soddisfazioni per la Roma, a parte l’ultima vittoria nel derby contro la Lazio e qualche altro momento di gloria altalenante. Ma almeno Fonseca ha salutato i tifosi con un obiettivo raggiunto, per quanto il minimo: ieri la Roma si è qualificata in Conference League, la nuova competizione Uefa per le squadre escluse dall’Europa League.

Eppure durante i primi 45 minuti “da brivido” della partita contro lo Spezia i giallorossi hanno rischiato di rimanere a secco di tutto, poi la rimonta e il 2-2 che ha sbloccato l’Europa “di consolazione”.

“Non abbiamo giocato, non abbiamo fatto niente e non siamo stati aggressivi. Ho detto ai ragazzi che così non avremmo cambiato il risultato. Nel secondo tempo abbiamo fatto due gol importanti”, è stato l’ultimo commento di Fonseca come allenatore della Roma.