Il generale Francesco Paolo Figliuolo
Il generale Francesco Paolo Figliuolo

Roma, 13 giugno 2021 - Il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l'emergenza Covid, è intervenuto nella cerimonia di apertura di “Ebraica Festival”, il festival internazionale della cultura ebraica organizzato nel Ghetto di Roma, all’interno del Palazzo della Cultura, in via del Portico d’Ottavia.

È stato invitato come uomo simbolo della lotta al Covid-19 grazie alla campagna vaccinale e il generale non ha voluto far mancare un messaggio di speranza: "Si ricomincia a vedere la luce in fondo al tunnel. Una delle luci deriva proprio dalle vaccinazioni, grazie a un piano senza precedenti", ha sottolineato Figliuolo.

Un festival in tema pandemia

Non poteva essere diversamente e nell’anno della pandemia il tema sarà al centro anche di “Ebraica Festival”. Attraverso una serie di appuntamenti e incontri si tenterà di analizzare la vicenda pandemica e tutto quello che ne è derivato. 

Ma dopo mesi di paura l’argomento principale sarà la ripartenza. Il Rabbino Capo di Roma, Riccardo Di Segni, intervenuto accanto a Figliuolo, ha ribadito infatti che "l'unica certezza, ad oggi, è che non c'è certezza”, ma la cosa fondamentale “è mantenere la speranza per tornare a sorridere”. E, infatti, la manifestazione si intitola “Second Life”: una seconda vita, una seconda opportunità dopo la pandemia.

La serata di apertura

Il festival è promosso dalla Comunità Ebraica di Roma e curato da Marco Panella, Ariela Piattelli e Raffaella Spizzichino. Sul palco, insieme a Figliuolo e al Rabbino Capo di Roma, il direttore del quotidiano "La Repubblica”, Maurizio Molinari, moderatore dell'incontro. A chiudere la serata inaugurale la cantante e attrice romana Tosca che, in collaborazione con la Fondazione Museo della Shoah, presenta il monologo “Soldo de Cacio”, di Gianni Clementi.