Polizia a Campo de' Fiori
Polizia a Campo de' Fiori

Roma, 26 giugno 2021 - La questura di Roma ha emesso undici provvedimenti destinati a persone ritenute pericolose o esercizi commerciali sanzionati per aver venduto alcolici a minorenni. Di queste misure di contrasto alla movida che non rispetta le regole, sette sono “Dacur”, i cosiddetti “Daspo urbani” che vietano ai soggetti destinatari l’accesso a determinate aree cittadine.

I Daspo urbani

Sono stati adottati nei confronti di giovani responsabili di vari reati commessi negli ultimi weekend, tra cui resistenza a pubblico ufficiale, furto, rapina e lesioni. In particolare, due giovani di 18 e 19 anni la scorsa settimana erano stati bloccati dopo aver oltraggiato un carabiniere in servizio in piazza San Calisto. Altri due provvedimenti sono stati emessi nei confronti di due ragazze minorenni che il 16 giugno a Campo de' Fiori aggredirono una coetanea.

È da alcune settimane, da quando sono state sospese molte delle limitazioni previste per contrastare la diffusione del Covid-19, che viene utilizzata questa misura per sanzionare gli episodi di “movida violenta”, come nei casi in cui, a inizio giugno, alcuni giovani hanno lanciato oggetti contro le forze dell’ordine impiegate nei controlli anti-assembramento nelle piazze del centro di Roma più frequentate nei weekend, da Campo de’ Fiori a San Calisto.

I controlli agli esercizi commerciali

Sono stati adottati anche quattro provvedimenti nei confronti di esercizi pubblici tra cui una rivendita di cannabis light, due esercizi di vicinato ed un bar, con la chiusura temporanea degli stessi e con le relative sospensioni delle licenze per la durata di dieci giorni nei casi in cui erano stati venduti alcolici a minorenni.