Giovani a Campo de' Fiori
Giovani a Campo de' Fiori

Roma, 4 giugno 2021 - È costata cara la 'bravata' al quindicenne che alcuni giorni fa lanciò insieme ad altri giovani oggetti contro gli agenti di Polizia intervenuti a Campo de’ Fiori, piazza nel centro di Roma molto frequentata dai giovani, per disperdere un assembramento nel corso dei controlli per il rispetto delle normative anti-Covid.

Il giovane era stato immediatamente fermato e denunciato dai poliziotti. Adesso la questura di Roma ha deciso di emettere nei suoi confronti un Daspo per punire la sua condotta violenta. La famiglia dovrà inoltre risarcire i danni causati dal figlio alla volante della Polizia.

La decisione della questura e la sanzione

In seguito agli accertamenti svolti dagli agenti della Divisione Anticrimine, è stata “valutata la pericolosità dei comportamenti del ragazzo”, ha spiegato la Questura in una nota, in cui ha comunicato la decisione di emettere il Daspo “al fine di garantire la sicurezza pubblica nella predetta piazza ed evitare il ripetersi di ulteriori episodi che possano mettere a rischio l’incolumità pubblica stessa”.

Il quindicenne sanzionato non potrà per un anno accedere all'interno dei locali pubblici quali pub, bar e ristoranti della zona di Campo de' Fiori e stazionare nelle immediate vicinanze e negli spazi antistanti agli stessi locali. “L'eventuale violazione del provvedimento - sottolinea la Questura nella nota - comporta una sanzione penale, ed è infatti punita con la reclusione da 6 mesi a 2 anni e la multa da ottomila a ventimila euro”.

Continuano i controlli

La questura ha ribadito, infine, che proseguiranno anche nei prossimi weekend i controlli per il rispetto delle misure di contenimento del Covid-19 e per prevenire o comunque sanzionare condotte illecite tenute nei luoghi della movida. Sono stati decine finora, in particolare tra piazza Campo de’ Fiori e piazza Santa Caterina della Rota, i giovani multati dalle forze dell’ordine o per non aver rispettato il coprifuoco o per aver creato assembramenti.