Roma Campo de' Fiori controlli movida
Roma Campo de' Fiori controlli movida

Roma, 25 aprile 2021 - Con il passaggio del Lazio in zona gialla a partire da domani, a Roma e in particolare nelle zone della movida cittadina, come l’area pedonale al Pigneto, Campo de’ Fiori, Trastevere e San Lorenzo, scatteranno varchi e controlli. Presidi delle forze dell’ordine sono stati organizzati per evitare assembramenti massivi in aree che si prevede torneranno molto frequentate con la riapertura delle attività commerciali. 

Covid, bollettino del 26 aprile

Le zone transennate

Nelle piazze più frequentate ci saranno anche dei punti mirati protetti da transenne, per evitare che le persone si avvicinino. Tra le zone transennate: la scalinata di piazza Trilussa, la statua di Giordano Bruno a Campo de’ Fiori e piazza Madonna dei Monti. Il piano è stato messo a punto nell'ultimo tavolo tecnico presieduto dal questore di Roma, Carmine Esposito, dopo una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza. 

Controlli fuori dalle scuole

Verranno effettuati controlli anche per il ritorno degli studenti a scuola e nelle università, che da domani riprendono le lezioni in presenza. Scatterà nelle prime ore della mattina una task force nella centrale operativa della Questura con le varie realtà coinvolte per monitorare l'andamento. Sono stati predisposti servizi di vigilanza alle fermate della metro, ai capolinea dei bus, nelle stazioni e fuori le scuole per evitare assembramenti una volta concluse le lezioni. La questura ha anche previsto controlli fuori da ristoranti e attività commerciali.  

Raggi: "Non si può abbassare la guardia"

"Lo ricordo ancora una volta: non è il momento di abbassare la guardia. Nel weekend sono stati potenziati i controlli anti-Covid della Polizia Locale: sono state oltre 4mila le verifiche in diverse zone di Roma, tra cui luoghi tipici della movida, parchi e ville storiche e il litorale". Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, in un post su Facebook.

"I nostri agenti ieri sono dovuti intervenire a causa dei numerosi assembramenti segnalati e questo ha comportato la chiusura temporanea di alcune piazze e vie, tra cui piazza Bologna, via del Corso e le piazze di San Lorenzo e Trastevere nelle quali il particolare affollamento rendeva complicato garantire il rispetto delle disposizioni anti contagio. Sono state elevate più di 50 sanzioni, per vendita e consumo irregolare di alcolici, assembramenti e mancato uso e delle mascherine – conclude Raggi –. Ringrazio come sempre i nostri agenti per il lavoro che ogni giorno svolgono per la città".