I manifestanti a Ponte Milvio
I manifestanti a Ponte Milvio

Roma, 22 maggio 2021 - "L’Italia è antifascista, Roma è antifascista. Inaccettabile il corteo di Area e Forza Nuova per le strade della Capitale. Iniziativa illegale e gravissima. Mai più dittatura e oppressione". A scriverlo su Twitter è stata la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

La prima cittadina ha criticato apertamente il movimento di estrema destra che oggi nella Capitale ha organizzato una manifestazione a Ponte Milvio, sfidando il divieto imposto ai militanti da parte della Questura di organizzare un sit-in in piazza Bocca della Verità per lanciare “Area”, il coordinamento dei movimenti identitari e sovranisti.

Il corteo di Forza Nuova

“Noi oggi ci saremo come sempre. Non abbiamo mai accettato i divieti. Saremo in piazza”, aveva immediatamente ribattuto il segretario di Forza Nuova, Roberto Fiore alla notizia del divieto. Così nel pomeriggio, alcune decine di militanti si sono riunite a Ponte Milvio, quasi tutti erano senza mascherina.

In piazza sventolava una grossa bandiera nera con il simbolo del movimento e alcune bandiere della Palestina. Su un grosso striscione in testa al corteo che ha sfilato su Ponte Milvio la scritta “L’Italia non è antifascista”. Sono stati accesi dei fumogeni, si è sentito ripetere più volte gli slogan: “Boia chi molla è il grido di battaglia” e “Basta odio anti-fascista” e altri rivolti contro la sindaca Virginia Raggi.

I leader di Forza Nuova in piazza

“La repressione non ferma mai la rivoluzione. Qui oggi inizia una battaglia per l’Italia e la rivoluzione”, ha detto al megafono Roberto Fiore. Accanto a lui il leader romano di Forza Nuova, Giuliano Castellino: “Malgrado tutto siamo ancora qui e ci saremo per mille anni. Il domani appartiene a noi”, ha detto l’esponente di estrema destra.