Un coltello a serramanico
Un coltello a serramanico

Roma, 18 maggio 2021 – Entra in un bar armato di coltello a serramanico e si spruzza addosso della vernice nera per non farsi riconoscere. È successo in un bar di Ciampino, nell’hinterland metropolitano di Roma, dove i carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo hanno arrestato un 51enne tarantino con precedenti e sorvegliato speciale.

Fermato con un coltello al bar

Le accuse nei suoi confronti sono di resistenza a pubblico ufficiale, porto in luogo pubblico di arma bianca e violazione degli obblighi riguardanti la sorveglianza speciale. Ad arrestarlo sono stati i militari del Nucleo Radiomobile dopo la telefonata di un cittadino al 112, il quale ha segnalato la presenza di un uomo armato all’interno di un bar del posto.

Al loro arrivo nel locale, i carabinieri hanno trovato il 51enne in stato di agitazione e privo di documenti. L’uomo, inoltre, per evitare di essere identificato, si è spruzzato sul volto e sui vestiti della vernice nera con una bomboletta spray, per poi tentare la fuga impugnando un coltello a serramanico. Raggiunto dagli agenti, il sorvegliato speciale è stato bloccato e disarmato.

Colpo da 3.500 euro nelle boutique

Nel centro della Capitale, invece, i carabinieri della stazione di San Lorenzo in Lucina hanno arrestato due giovani di 20 e 21 anni senza fissa dimora con l’accusa di furto aggravato. I due sono stati infatti sorpresi dal personale dedito all’accoglienza dei clienti di una nota boutique di lusso mentre rubavano due borse dal valore di 3mila euro.

Prontamente allertati, gli uomini dell’Arma sono intervenuti riuscendo a bloccare i due ladri all’esterno del negozio e a recuperare la refurtiva, nascosta all’interno di una busta. I militari hanno anche recuperato una cintura, del valore di 500 euro, che i due ragazzi avevano rubato poco prima in un’altra boutique di via Condotti. Portati in caserma, i giovani ladri sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza in attesa del processo per direttissima.