L'operazione dei carabinieri di Frascati
L'operazione dei carabinieri di Frascati

Roma, 15 maggio 2021 – L’ultimo colpo era stato quello di fine luglio in un negozio del centro storico di Frascati, nell’hinterland di Roma. E proprio da lì sono partite le indagini dei carabinieri, coordinati dalla Procura di Velletri, che oggi hanno portato all’arresto di tre componenti di una banda dedita alle rapine nelle gioiellerie che aveva messo a segno furti in tutta Italia.

I tre malviventi si trovano ora in carcere, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del Tribunale di Velletri. Sono accusati, oltre che di rapina, a vario titolo anche di porto abusivo di armi, ricettazione e lesioni aggravate.

La rapina a Frascati

L’ultimo colpo, come detto, risale allo scorso luglio, quando due degli indagati, insieme a un complice ancora non identificato, dopo essere entrati nell’oreficeria con il volto coperto dalle mascherine, avevano estratto due pistole e si erano fatti consegnare gioielli e preziosi contenuti nella cassaforte del negozio.

Uno del gruppo, inoltre, aveva colpito più volte con il calcio della pistola il titolare della gioielleria, provocandogli una profonda ferita alla testa. Il negoziante, però, nonostante fosse ferito, aveva inseguito i tre rapinatori in fuga ed era riuscito a strappare il borsone con la refurtiva dalle spalle di uno di loro.

La genesi delle indagini

I tre, vistisi scoperti, avevano quindi minacciato i passanti con le pistole per poi salire sull’auto guidata da un complice (anche lui finito in manette nell’operazione di questa mattina) e darsi alla fuga. Da quell’episodio erano quindi partite le serrate indagini dei militari dei Nuclei Operativo e Radiomobile di Frascati, concluse con gli arresti di oggi.

I carabinieri sono riusciti a risalire all’identità dei tre rapinatori soprattutto grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona, tramite le quali sono riusciti a ricostruire anche il percorso seguito dai malviventi per raggiungere la gioielleria, oltre ai vari sopralluoghi dei giorni precedenti il colpo.

In manette anche un pusher

Una serie di attività tecniche – intercettazioni telefoniche, ambientali e pedinamenti – ha infine permesso agli inquirenti di identificare tutti e tre i membri del gruppo, già noti alle forze dell’ordine per diverse rapine commesse in altre zone d’Italia.

Durante il blitz, inoltre, i carabinieri del Norm di Frascati si sono “imbattuti” in uno spacciatore, anche lui arrestato in flagranza di reato. Il ragazzo è stato infatti trovato in possesso di 20 grammi di cocaina, suddivisi in 50 dosi, e del denaro contante, frutto dell’attività illecita. Per lui l’accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.