Una volante dei carabinieri
Una volante dei carabinieri

Roma, 17 maggio 2021 - Una serata cominciata al pub ha rischiato di finire in tragedia per un uomo di 30 anni. È stato, infatti, accoltellato da un amico al termine di un litigio, dopo che i due si erano spostati in casa dell’aggressore.

A soccorrerlo è stata una pattuglia dei carabinieri della stazione di Acilia, frazione di Roma Capitale, che stava percorrendo via dei Romagnoli. L’uomo era fuggito in strada e aveva una evidente ferita da taglio lungo la schiena. È stato trasportato in ospedale dove i medici hanno riscontrato una lesione al rene giudicata guaribile in 25 giorni.

Il litigio

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, l’uomo ferito, dopo una serata al pub con alcuni amici, si era spostato a casa della persona accusata di tentato omicidio, un uomo di 28 anni. Qui, durante un litigio scoppiato per banali motivi, è stato aggredito e colpito alla schiena con un coltello da cucina.

Dopo una breve ricerca nel corso della notte, i carabinieri hanno rintracciato l’uomo di 28 anni: si trovava nell’abitazione della nonna. È stato sottoposto a fermo di indiziato e dovrà rispondere dell’accusa di tentato omicidio.