Emergenza rifiuti a Roma
Emergenza rifiuti a Roma

Roma, 22 luglio 2021 – Premiati questa mattina i Comuni virtuosi sul fronte dei rifiuti, nel Lazio scoppia la polemica sulla gestione dell'emergenza romana. È una levata di scudi da parte del sindaco di Albano Laziale, contrario alla riapertura della discarica per accogliere tonnellate di pattume in arrivo dalla Capitale. Una reazione ancora più motivata dai risultati raggiunti dai residenti, che l'anno scorso hanno differenziato il 79,4% dei rifiuti, piazzandosi al terzo posto nella classifica delle città sopra i 5mila abitanti.

“A Roma, nello splendido scenario del Tempio di Adriano, vengono premiati i Comuni del Lazio eccellenze nella raccolta differenziata dei rifiuti. Il primo impulso è stato di rabbia. Ho riflettuto e ho deciso di esserci, perché il riconoscimento non va al sindaco, ma ai tantissimi cittadini che si sono impegnati in questi mesi, resi ancor più difficili dalla pandemia, per fare bene all'ambiente ed al nostro territorio”, è il commento del sindaco di Albano Laziale, Massimiliano Borelli. Il primo cittadino ha colto l'occasione per “ribadire quello che stiamo facendo e le sacrosante ragioni per le quali non vogliamo che Roncigliano diventi la pattumiera di Roma".

Il premio: le città più virtuose

La regione Lazio ha raggiunto il 51,6% di raccolta differenziata media con un aumento di 20 punti in 5 anni. Questa mattina il presidente Nicola Zingaretti ha premiato i comuni del Lazio più virtuosi nella raccolta differenziata e quelli con le migliori prestazioni nel recupero e riciclo della plastica. All'iniziativa "Lazio Green - Comuni puliti 2020", che si è svolta al Tempio di Adriano, in piazza di Pietra a Roma, hanno partecipato anche gli amministratori comunali di Fondi, Vitorchiano, Albano Laziale, Norma, Oriolo Romano, Canale Monterano, Nespolo, Belmonte in Sabina e Coreno Ausonio, che hanno ricevuto il riconoscimento per l'impegno e i risultati conseguiti nella corretta gestione del ciclo dei rifiuti urbani.

In particolare, Fondi è stato premiato come miglior Comune sopra i 5mila abitanti nella raccolta differenziata, raggiungendo nel 2020 la percentuale dell'83,9%, mentre al secondo posto si è classificato il Comune di Vitorchiano con l'80% di differenziata e al terzo posto Albano con 79,4%.

Per i comuni sotto i 5mila abitanti, in vetta alla classifica si posiziona il Comune di Norma con l'84,8% di raccolta differenziata, seguito da Oriolo Romano con l'82,4% e Canale Monterano con l'82,2%. A Nespolo, Belmonte in Sabina e Coreno Ausonio il riconoscimento di “Comuni Plastic Free” per i risultati ottenuti nel recupero e nel riciclo della plastica.

Bufera sulla discarica di Albano, in fase di riapertura a servizio della Capitale

L'ordinanza metropolitana per la riapertura della discarica di Albano? “Io ho cercato di applicare la legge – risponde la sindaca di Roma, Virginia Raggi – devo dire che mi stanno dando tutti contro, ma non si rendono conto che senza impianti la raccolta si blocca e i rifiuti restano fuori dai cassonetti perché i camion non sanno dove portarli. Rido di rabbia quando Zingaretti e i suoi assessori dicono di voler chiamare l'Esercito, di volermi commissariare o di voler fare loro la raccolta: e poi dove la portate se non ci sono gli impianti?”, si chiede Raggi.

Albano ha ancora capienza, ma è stata chiusa, Colleferro è stata ampliata nel 2018 e poi chiusa nel 2019, questo è un modo di agire criminale perché si tiene tutto il sistema costantemente in emergenza sul filo del rasoio, e tante città sono costrette a portare i rifiuti fuori regione”, conclude Raggi.

Zingaretti: “Ordinanza provvisoria”

L'ordinanza di riapertura dell'impianto di Albano sarebbe provvisoria, almeno stando alle parole del governatore Nicola Zingaretti. “Manca un sito che garantisca un moderno ciclo dei rifiuti e faccia risparmiare ai romani tante tasse e renda la città pulita. In questo momento Roma, grazie a Viterbo e tanti comuni italiani, ha tutti gli sbocchi necessari per conferire i rifiuti. quindi in questi giorni il tema è semplicemente pulire la città e Ama dovrebbe fare questo. L'ordinanza che ho fattogarantisce a Roma tutti gli sbocchi necessari".