Medici al lavoro
Medici al lavoro

Roma, 12 luglio 2021 – Riapre i battenti il pronto soccorso del Campus Bio-Medico, un presidio importante per la città chiuso all'attivita generale per l'impegno sul fronte dell'emergenza Covid.

Questa mattina il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha partecipato alla cerimonia di riapertura del Dipartimento di Emergenza e Accettazione (DEA) del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma, insieme a Felice Barela, presidente dell'Università Campus Bio-Medico, Paolo Sormani, direttore generale del Policlinico Università Campus Bio-Medico di Roma, Giorgio Casati, direttore generale dell'Asl Roma 2 e Alessio D'Amato, assessore alla Sanità e Integrazione Socio-Sanitaria della regione Lazio.

"In questi mesi - ha detto Zingaretti - siamo stati i protagonisti assoluti della campagna contro il covid, ora per la vaccinazione. Ma parallelamente si allarga e si rafforza l'offerta sanitaria ai cittadini. L'apertura nella Capitale di un nuovo pronto soccorso è un altro segnale che rende chiaro quanto è importante essere davvero in grado di rispettare i valori costituzionali che riguardo alla salute sono molto chiari”.

Un presidio per 300mila romani

La salute - ha concluso il governatore - è un diritto e questo va garantito attraverso un ampliamento dell'offerta dei servizi". La struttura si rivolge a un bacino potenziale di circa 300mila residenti per un afflusso stimato in 48mila accessi annui e sarà attiva da oggi pomeriggio.

Il Dea è sviluppato su 2.100 metri quadrati completamente integrati nell'edificio del Policlinico, accreditato Joint Commission International, e realizzato seguendo i più aggiornati modelli organizzativi, tecnologici e di triage. Presso il nuovo Pronto soccorso è attiva anche una postazione Ares 118. Inserito nel territorio della Asl Roma 2 che conta 1,3 milioni di abitanti, in via Àlvaro del Portillo 192, nel quartiere di Trigoria, il Pronto soccorso del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico accresce l'offerta di sanità pubblica nel quadrante sud ovest della Capitale e dei territori limitrofi (Eur, Spinaceto, Mostacciano, Laurentino, Pontina) in risposta ai bisogni di salute delle persone.