14 feb 2022

Roma, raduno no vax in piazza Venezia: pochi i manifestanti arrivati nella Capitale /VIDEO

Adesione sotto le aspettative, circa duecento i manifestanti riuniti per dire no al Green pass per gli over 50. Pappalardo: "Potevamo essere milioni". Sit-in monitorato dalla polizia in tenuta antisommossa

Roma, 14 febbraio 2022 - Il centro di Roma è sotto stretta sorveglianza delle forze dell'ordine in vista della manifestazione dei no Green pass annunciata per la mattinata al Circo Massimo. Piazza Venezia, via del Corso e le strade dei palazzi istituzionali sono presidiate da poliziotti e carabinieri in tenuta antisommossa, ma al momento il traffico è regolare e per strada ci sono soltanto romani e turisti.

Alla manifestazione, autorizzata dalla Prefettura, sono previste alcune centinaia di persone, ma nei giorni scorsi nelle chat dei no Green pass era stata avanzata l'ipotesi di una 'calata’ a Roma, con tanto di blocco della circolazione, alla vigilia dell'entrata in vigore del divieto di ingresso al posto di lavoro per gli over 50 senza super green pass.

Lo scorso 4 febbraio il prefetto di Roma aveva negato il raduno di tre giorni ai Pratoni del Vivaro.

Approfondisci:

Covid Roma, no vax rifiuta le cure e prende a calci un’infermiera al San Camillo

Pochi i manifestanti 

"Alle forze dell'ordine qui presenti dico 'lasciate i caschi e gli scudi a terra e unitevi a noi'". E l'appello del leader dei no vax di Torino, Marco Liccione, ai manifestanti in piazza Venezia. "Non possiamo stare all'ingresso del Vittoriano, per cui ci spostiamo qui di fronte - dice - ma non andremo via dalla piazza"

E’ in corso a Roma la manifestazione no-vax annunciata nei giorni scorsi da Torino. Contrariamente alle disposizioni della questura poche decine di manifestanti si sono radunati sotto l'Altare della Patria in piazza Venezia questa mattina. Presenti al presidio alcuni organizzatori. Vuoto al momento il Circo Massimo.

“Siamo qui per essere ascoltati, la polizia si schieri con noi” ha detto Liccione. “Ci chiedono di spostarci ma noi non andremo via -spiega- non vogliamo vedere calpestati i nostri diritti. Noi non siamo contro il vaccino ma siamo contro il governo che non ha fatto niente. Il problema non è il vaccino ma sono il caro bollette e la mancanza di lavoro. Diciamo basta al Green pass e alle restrizioni”.

Urla contro le forze dell'ordine da parte dei manifestanti no pass e no vax a Roma mentre si cerca di riaprire piazza Venezia alla circolazione. Liccione, tenta di calmare gli animi. “Non abbiamo la potenza numerica per portare avanti questa manifestazione ma ci ascolteranno”, dice e i manifestanti rispondono. “La gente come noi non molla mai”.

Ore 12:30, strade chiuse 

La Polizia locale sta procedendo alla chiusura di alcune strada e piazze nel centro di Roma in vista della manifestazione dei no vax prevista per le ore 14 al Circo Massimo. Le pattuglie del I Gruppo Trevi hanno proceduto alla chiusura di piazza Venezia, piazza Bocca della Verità e via dei
Cerchi, Largo Magnanapoli, via XXIV Maggio. Disposto anche chiusure in via Cesare Battisti, via Tomacelli, Piazza del Parlamento, via del Corso, da largo Chigi a piazza Venezia.

Partecipazione inferiore alle attese alla manifestazione dei No Vax a Roma. Sono circa duecento i manifestanti che si sono riuniti in piazza Venezia per dire no del green pass per gli over 50. La maggior parte di loro non indossa mascherine nè nessun altro dispositivo di protezione. "Sì
ristori e lavoro, no al green pass", gli slogan più urlati dalla folla.

Flop dell'iniziativa 

Autorizzata dalla questura della Capitale, l'iniziativa è promossa dal Movimento politico Fronte di liberazione nazionale dell'ex generale dei carabinieri, Antonio Pappalardo. Prevista inizialmente al Circo Massimo, la protesta si è però poi sviluppata a piazza Venezia, proprio ai piedi dell'Altare della Patria. Pochi i manifestanti

Partiti da Cuneo

"Siamo partiti stanotte alle 2 da Cuneo, avevo piacere che la gente si alzasse, che il tamtam sulle chat avesse un seguito concreto. Che peccato, un'altra occasione persa", dice un manifestante arrivato a Roma questa mattina presto per partecipare alla manifestazione di oggi 14 febbraio.

"Mi sono sempre vaccinato, li ho sempre fatti anche al militare - continua - non ho nulla contro il vaccino, sono per l'abolizione del greenpass. Non ci è permesso di lavorare, sono un muratore e cosa faccio? Sto a casa, chiederò il reddito di cittadinanza. Speravo di vedere una Roma tappata dalla gente. Che delusione"

L'ex generale Antonio Pappalardo a piazza Venezia alla manifestazione No Green pass
L'ex generale Antonio Pappalardo a piazza Venezia alla manifestazione No Green pass

Pappalardo: "Potevamo essere milioni"

C'è anche il generale Antonio Pappalardo, già capo dei gilet arancioni, in piazza Venezia, all'angolo con piazza San Marco, a Roma, per protestare alla vigilia dell'entrata in vigore del divieto di ingresso al posto di lavoro per gli over 50 senza Super Green pass. Proprio
Pappalardo, insieme ad alcuni manifestanti, si è spostato in un bar di piazza Venezia. "Saremmo stati milioni al Circo Massimo, le persone sono state bloccate dalla paura", ripete ossessivamente ad alcuni manifestanti. Il sit-in è costantemente monitorato dalla polizia presente sul posto in
tenuta antisommossa. Tra le persone attese anche il no- vax Nicola Franzoni che, secondo quanto affermato da alcuni presenti, sarebbe stato bloccato fuori Roma dalle forze dell'ordine.

Un presidio di no vax e no pass è rimasto a piazza San Marco, uno slargo laterale di Piazza Venezia. Alcuni manifestanti hanno piantato delle canadesi e promettono di restare in sit in.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?