I rilievi sul luogo della tragedia
I rilievi sul luogo della tragedia

Ostia (Roma), 4 novembre 2021 – È stato arrestato dalla polizia il 79enne Mauro Piunti, il marito della donna uccisa nel pomeriggio in un appartamento di Ostia Antica, nel quadrante sud di Roma. L'uomo, arrestato in flagranza di reato per la morte della 77enne Elena Di Maulo, freddata con un colpo di fucile da caccia che l’ha ferita all’altezza dell’ascella, è un ex dipendente Cotral, azienda dei trasporti romana Rimane da chiarire il movente dell'omicidio. A dare l’allarme sono stati i vicini di casa, che intorno alle 13.40 hanno sentiti alcuni spari provenire dall’abitazione di via Giulio Minervini, ad Ostia Antica.

Dai primi accertamenti, sembra che la donna sia stata centrata con un colpo di fucile su un fianco, all'altezza dell'ascella. A scoprire il corpo la badante, entrata in casa con le chiavi. All'arrivo degli agenti è stato trovato in casa il marito Mauro Piunti, in stato confusionale sul divano. Sequestrato il fucile da caccia che, secondo quanto si apprende da fonti investigative, era regolarmente detenuto. Sul posto anche gli agenti della polizia del X distretto e il pm che si occupa delle violenza di genere. La coppia aveva tre figli maschi e viveva da tempo in quell'appartamento.

Verrà effettuata nei prossimi giorni l'autopsia che potrà fornire elementi utili alle indagini. Gli investigatori in queste ore sono al lavoro per ricostruire con esattezza quello che è accaduto oggi pomeriggio nell'appartamento. Sembra che la vittima fosse bloccata a letto nelle ultime settimane a causa di un intervento a una gamba.

Il sindacato di polizia: “Troppi omicidi commessi da chi detiene armi da fuoco”

“Come riporta l'Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa, con quello di oggi sono 19 le vittime di omicidi compiuti con armi da fuoco legalmente detenute dall'inizio dell'anno: servono maggiori controlli ed una normativa più stringente”. A chiedere controlli più severi è il segretario del sindacato di polizia Silp-Cgil, Daniele Tissone. “Purtroppo - prosegue Tissone - nel nostro Paese i legali detentori di armi sono all'origine della maggioranza dei delitti e dei suicidi commessi con armi comuni da sparo. Controlli medici con con cadenza quinquennale ed una assenza legislativa sul versante comunicativo tra Asl, Enti e Questure, sono tra le cause di un fenomeno delittuoso in aumento che va al più presto interrotto”.

Femminicidi in aumento

Si allunga ancora la triste lista dei femminicidi avvenuti in Italia. Tra le ultime vittime Elena Casanova, una mamma di 49 anni uccisa a martellate in strada sotto casa a Castegnato in provincia di Brescia. Per l'omicidio è stato arrestato l'ex compagno Ezio Galesi, con cui si era lasciata da circa un anno. Dall'autopsia è emerso che le sarebbero state inferte almeno 16 martellate. La donna, un'operaia dell'Iveco, aveva una figlia di 17 anni avuta da un primo matrimonio.

Cosa è successo oggi: il racconto della tragedia

È stata uccisa dal marito con un colpo di fucile la 77enne Elena Di Maulo, freddata al primo colpo. A sparare è stato il coniuge, il 79enne Mauro Piunti, che ha imbracciato il suo fucile da caccia e ha fatto fuoco sulla moglie. A dare l’allarme sono stati i vicini di casa, che intorno alle 13.40 hanno sentiti alcuni spari provenire dall’abitazione di via Giulio Minervini, ad Ostia Antica.

Abbiamo sentito degli spari”, avrebbero segnalato alla polizia, chiedendo aiuto. Inutili i soccorsi: una volta arrivati sul posto, i sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna, ritrovata sul pavimento di casa, accasciata in una pozza di sangue. Quando la polizia è arrivata sul posto, ha trovato nell’appartamento il corpo senza vita della donna e il marito seduto sul divano, in stato confusionale e con il fucile accanto.  Duplice omicidio Ercolano, Palumbo resta in carcere: "Evidente la volontà di uccidere"

Dai primi accertamenti, sembra che la donna sia stata centrata con un colpo di fucile all'altezza dell'ascella. A scoprire il corpo la badante, entrata in casa con le chiavi. All'arrivo degli agenti è stato trovato in casa il marito Mauro Piunti, in stato confusionale sul divano. Sequestrato il fucile da caccia che, secondo quanto si apprende da fonti investigative, era regolarmente detenuto.

L'uomo è stato portato in commissariato per essere ascoltato. Sulla vicenda indagano gli agenti del commissariato di Ostia e della Squadra Mobile. Dalle prime informazioni, sembra che la vittima fosse bloccata a letto nelle ultime settimane a causa di un intervento a una gamba. Un caso, questo, che ricorda l'omicidio-suicidio di Padova, dove un uomo di 84 anni ha soffocato con un cuscino la moglie malata di Alzhaimer. La coppia do Ostia Antica aveva tre figli. Femminicidio a Roma: donna uccisa a coltellate in strada dal marito

Notizia in aggiornamento.