Controlli dei carabinieri al Pigneto
Controlli dei carabinieri al Pigneto

Roma, 5 luglio 2021 – Pusher arrestato con 14 dosi di eroina, denunciato un 29enne armato di coltello, chiuso un locale per vendita di alcol fuori regola. È il bilancio di una notte di controlli dei carabinieri di Roma su tutto il territorio, nel mirino dei militari la “mala movida” nelle zone più gettonate dai giovani: dal Pigneto all'Esquilino e San Lorenzo.

Ieri sera, fino a notte fonda, lampeggianti e pattuglie sulle strade: i carabinieri hanno identificato, in totale, 181 persone, eseguito verifiche su 57 veicoli e controllato 10 esercizi commerciali.

Armato di coltello, cerca di aggredire i militari

I carabinieri della compagnia di Roma Piazza Dante sono intervenuti all'interno di un bar in via del Pigneto, dove alcuni passanti avevano segnalato la presenza di un uomo armato di coltello e hanno trovato un 29enne romano in stato di agitazione.

Fermato per un controllo, il 29enne, probabilmente sotto l'effetto di droghe, ha iniziato ad inveire con fare minaccioso contro i Carabinieri che sono riusciti a bloccarlo e perquisirlo. L'uomo aveva con sé un coltello e quindi è stato denunciato in stato di libertà all'Autorità Giudiziaria.

In via Ascoli Piceno, gli stessi Carabinieri hanno anche denunciato un 32enne tunisino, già noto alle forze dell'ordine, trovato in possesso di due grossi cacciaviti occultati nel suo zaino.

Un pusher nella rete dei controlli

Arrestato un 26enne del Senegal, senza fissa dimora e con precedenti, con le accuse di detenzione di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni pubblico ufficiale. Transitando in via Gioberti, i carabinieri hanno notato l'uomo che, alla loro vista, ha cercato di allontanarsi nervosamente ed hanno quindi deciso di fermarlo per controllarlo.

Il 26enne, raggiunto dai carabinieri, ha cercato di dimenarsi nel tentativo di guadagnare la fuga, strattonando violentemente uno dei militari intervenuti. Bloccato e condotto in caserma, il fermato è stato perquisito e trovato in possesso di 14 involucri in cellophane contenenti eroina e di banconote di vario taglio, ripiegate e collocate in un taschino interno del portafogli, per un totale di 760 euro, ritenute provento di attività illecita.

La droga e il denaro sono stati sequestrati mentre l'arrestato, in stato di forte agitazione dovuta all'astinenza da assunzione di sostanze stupefacenti, è stato condotto presso l'ospedale San Giovanni-Addolorata per un trattamento sanitario obbligatorio, prima di essere poi riportato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo.

Gli stessi Carabinieri hanno poi sanzionato il titolare di un esercizio commerciale in via dei Volsci per la violazione delle norme antialcol. Per lui è scattata la multa di 800 euro e la
chiusura del locale per 3 giorni.