Carabinieri
Carabinieri

Roma, 30 agosto 2021 – È guerra aperta alla movida da sballo, weekend di controlli nelle zone più calde della Capitale. Le attività dei carabinieri si sono concentrate nel centro storico, nel quartiere Trastevere e nel rione Monti. Il bilancio è di 4 persone arrestate e 182 identificate. Eseguiti accertamenti anche su 89 veicoli. Nel frattempo la polizia si è concentrata sulla prevenzione delle rapine, 13 le persone assicurate alla giustizia dalle volanti.

Piazza Trilussa

In manette sono finiti un 53enne algerino e un 30enne di origine marocchina, già noti alle forze dell'ordine, sorpresi in piazza Trilussa subito dopo aver rubato una borsetta contenente denaro, carte di credito e vari effetti personali ad una 24enne romana. Il 53enne è stato anche denunciato a piede libero con l'accusa di indebito utilizzo di carte di credito, per aver usato una delle carte di credito per acquistare generi alimentari in un negozio poco distante. I due arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla giovane.

Largo Agnesi e via San Venanzio

In largo Agnesi, invece, tre carabinieri del Nucleo Scalo Termini, liberi dal servizio e quindi in borghese, hanno notato un 66enne romano aggirarsi con fare sospetto vicino ad alcuni ciclomotori in sosta e hanno deciso di avvicinarsi per una verifica. Giunti nelle vicinanze dell'uomo, lo hanno sorpreso ad armeggiare mentre tentava di forzare il blocchetto di accensione di uno scooter e lo hanno bloccato. L'uomo è stato arrestato per tentato furto aggravato ed è stato sottoposto ai domiciliari, in attesa del processo.

I Carabinieri della Stazione Roma Macao, infine, hanno arrestato un 39enne lussemburghese, in Italia senza fissa dimora e con precedenti, per rapina impropria. L'uomo, mentre stava cenando presso un ristorante in via dei Chiavari, approfittando della momentanea assenza del personale, si è introdotto all'interno del locale spogliatoio, asportando da un armadietto il portafoglio, contenente 150 euro e vari effetti personali, di uno dei dipendenti, 29enne del Bangladesh. Scoperto dalla vittima, il ladruncolo è uscito velocemente dal ristorante e si è allontanato con un autobus di linea fino in via San Venanzio, dove e' stato raggiunto dal 29enne a bordo della sua autovettura privata. Per garantirsi la fuga, il 39enne ha spintonato e strattonato la vittima che, nel frattempo aveva allertato i carabinieri, immediatamente giunti sul posto. I militari sono riusciti a bloccare il 39enne e a recuperare la refurtiva. Il 29enne, per fortuna, non ha riportato ferite e non ha richiesto intervento medico. L'arrestato è stato portato in caserma, in attesa del rito direttissimo.