Maltempo a Roma (immagini di repertorio)
Maltempo a Roma (immagini di repertorio)

Roma, 4 novembre 2021 – Maltempo sulla Capitale, la pioggia incessante ha causato allagamenti e disagi in città. Vigili del fuoco e gruppi di protezione civile impegnati anche questa mattina. Sono oltre un centinaio gli interventi della Polizia Locale sul territorio capitolino eseguiti questa notte a causa della forte pioggia. Gli agenti sono stati impegnati nella messa in sicurezza delle strade, con chiusure temporanee, causa allagamenti, accumulo di fango su carreggiata e caduta rami che hanno colpito diverse zone della città, prestando inoltre ausilio agli automobilisti rimasti con i veicoli in panne. Tra i vari interventi i principali hanno riguardato Piazzale del Verano, Via della Maglianella, Via Cilicia, Via della Pisana, sottopasso di Via Prati Fiscali , piazzale Ostiense. Pattuglie tuttora impegnate in via Portuense, all'altezza di Via Pacinotti, a causa della presenza di un copioso strato di fango su strada.

Un muro di contenimento è crollato a Monterotondo

Evacuate 22 famiglie. La notte scorsa, intorno alle 23, i vigili del fuoco del distaccamento Montelibretti sono intervenuti in via Doria Riparia 1, 3, 4 e via Ticino, 43. Giunti sul posto hanno riscontrato il crollo parziale di un muro di contenimento. In attesa di ulteriore verifica e seguente consolidamento e messa in sicurezza del muro è stato preventivamente interdetto l'accesso alle abitazioni a 22 nuclei familiari. Inoltre è stato chiuso l'accesso carrabile all'area dell'Istituto scolastico "Santa Maria". Tutta la zona è stata interdetta al traffico veicolare. Non risultano feriti.

Ciclone Poppea fino a domani

Il Ciclone Poppea non molla la presa e non lo farà almeno fino a venerdì 5 novembre, continuando a influenzare il tempo sulle regioni centrali e su quelle meridionali con il suo carico di pioggia e burrasche di vento; nel frattempo, la situazione è destinata a migliorare sensibilmente al Nord. Oggi, giovedì 4 novembre, sarà una giornata votata ad una maggior tranquillità atmosferica, ma con alcune insidie: nel corso della mattinata residui rovesci bagneranno ancora una volta l'alto Veneto e il Friuli Venezia Giulia, con nevicate sui rispettivi settori alpini sopra i 1000 m di quota. Uno scenario simile si verificherà anche sulle regioni centrali, con piogge sulla Toscana, sull'Umbria e poi su Lazio, Abruzzo e Campania.