Giovedì 18 Luglio 2024

Lupa Capitolina per le ‘lupe’ della Roma calcio femminile

La squadra guidata dalla capitana Elisa Bartoli ha vinto il primo Scudetto ma anche la Supercoppa. La formazione è arrivata ai quarti nella sua prima partecipazione in Champions e il 4 giugno disputerà la finale di Coppa Italia

Calcio, premiate in Campidoglio la capitana e le responsabili della Roma Calcio femminile, vincenti ai massimi livelli

Calcio, premiate in Campidoglio la capitana e le responsabili della Roma Calcio femminile, vincenti ai massimi livelli

Roma, 22 maggio 2023 – Festa in piazza del Campidoglio dove, ai piedi del Marco Aurelio, il sindaco Roberto Gualtieri ha accolto e premiato con la Lupa Capitolina la squadra della As Roma femminile, vincitrice questa stagione del suo primo storico scudetto.

Con il sindaco l'assessore allo Sport Alessandro Onorato, che ha ricevuto in dono una maglia del team firmata dalle campionesse, e una rappresentanza di consiglieri comunali.

Per la Roma, guidata dalla capitana Elisa Bartoli, la ceo Lina Souloukou e la responsabile del settore femminile Betty Bavagnoli insieme al mister Alessandro Spugna.

“Roma Capitale del Calcio femminile”

"È un piacere enorme essere qui per premiare questa squadra straordinaria che ha fatto innamorare la città del calcio femminile - ha detto Gualtieri - ci avete fatto sognare e vi vogliamo ringraziare: tutte le giocatrici fino alla capitana Elisa Bartoli, romana e romanista. Una squadra incredibile che ha vissuto un'annata straordinaria, unica: Supercoppa, Scudetto, la prima partecipazione alla Champions League fino ai quarti e non è ancora finita, perché il 4 giugno ci sarà la finale di Coppa Italia a valle di un'altra finale molto importante. Per gli appassionati di calcio e i tifosi della Roma è un momento straordinario di cui voi siete state protagoniste. L'entusiasmo intorno al calcio femminile è molto positivo - ha detto ancora - e dice tanto sull'uguaglianza, sulle pari opportunità e sulla promozione delle donne: diventando la Capitale del calcio femminile, Roma prosegue il cammino che abbiamo deciso di intraprendere insieme alle società che investono con grande coraggio e impegno".

1 luglio 2022, calciatrici professioniste

"Ormai coi risultati che state realizzando dobbiamo riflettere su altri metodi di festeggiamento: prima la Sala delle Bandiere, poi l'aula Giulio Cesare, oggi la piazza del Campidoglio chissà dove arriveremo - ha scherzato Onorato - I numeri delle vostre vittorie sono impressionanti. Il 1 luglio del 2022 c'è stata la data storica del passaggio al professionismo, ma leggendo le storie di molte di voi abbiamo visto come avete saputo coniugare l' impegno sportivo e quello lavorativo. La città - ha proseguito l'assessore - si sta facendo capofila di una sana rivoluzione culturale di vera parità. I numeri sono impressionanti: tra il 2016 e il 2019 si passa da 14 a 30 per cento di interesse per il calcio femminile, e il 58 per cento di chi segue il maschile dice di seguire anche la squadra femminile del proprio team. La gente ha dimostrato prima la vera necessità della parità. Dal punto di vista agonistico poco da dire: tanta roba. Tra qualche giorno poi - ha concluso Onorato - alle Tre Fontane partiranno i lavori, cosi da settembre in poi avremo risolto una vicenda che avevamo ereditato in modo folle".

"Crescita del calcio femminile”

"Sono felice di essere qui e ringrazio il sindaco per il suo invito - ha detto Lina Souloukou - Siamo orgogliosi delle nostre ragazze, quello che hanno fatto è stato grande. L'entusiasmo attorno a loro ci emoziona molto. Oggi celebriamo non solo le vittorie sul campo ma anche la crescita del calcio femminile".

"Ringrazio tantissimo il sindaco Gualtieri - ha detto Bavagnoli _ per l'invito e per le bellissime parole nei nostri confronti. Una serie di successi come quella di quest'anno non è frutto di casualità, ringrazio le nostre ragazze che sono state immense e con loro tutto lo staff e i dirigenti del dipartimento femminile che hanno contribuito al successo. Vi avevamo promesso che avremmo fatto di tutto per portare qui un trofeo, abbiamo mantenuto la parola".

Approfondisci:

Calcio, trofeo del mondiale di calcio femminile fa tappa a Venezia

Calcio, trofeo del mondiale di calcio femminile fa tappa a Venezia

Capitana Bartoli: “Stimolo per tutte le ragazze”

Commossa ed emozionata la capitana Bartoli: "Questo è un posto unico ed essere qui è un privilegio e un onore, Roma è magica e questo è uno dei suoi posti più belli - ha detto - Siamo riuscite a riportare qui questo trofeo importante dopo tanto tempo, speriamo che possa essere uno stimolo per tutte le ragazze che sognano e una speranza per tutte le persone che magari non riescono in questo momento ad andare avanti, un motivo per sorridere e provare a inseguire propri sogni. Grazie a tutta la squadra e lo staff, e che questo sia solo il primo di una lunga serie di successi per la città".

Approfondisci:

Ciclismo Giro d’Italia: arrivo a Roma il 28 maggio. Tutti gli eventi della giornata

Ciclismo Giro d’Italia: arrivo a Roma il 28 maggio. Tutti gli eventi della giornata