Libero De Rienzo in una scena del film “Aldo moro il presidente" con Donatella Finocchiaro
Libero De Rienzo in una scena del film “Aldo moro il presidente" con Donatella Finocchiaro

Roma, 30 settembre 2021 - É morto a causa di un'overdose da eroina l'attore Libero De Rienzo, 44 anni, trovato senza vita nella sua abitazione in zona Madonna del Riposo a Roma lo scorso 15 luglio. É quanto emerso dai risultati dell'autopsia e degli esami tossicologici disposti dalla Procura di Roma eseguiti al Policlinico Gemelli. Il decesso è riconducibile a un ''arresto cardiorespiratorio per intossicazione acuta mortale da eroina'', scrive il pm Francesco Minisci nell’atto di chiusura delle indagini. I risultati tossicologici hanno fatto emergere che Di Rienzo aveva assunto anche cocaina e ansiolitici ,che però non sarebbero la causa principale della morte. Libero De Rienzo, indagini su causa della morte e polvere bianca trovata in casa

Chiusa l’indagine, il pusher che ha ceduto l’ultima dose all’attore si trova in carcere

La Procura di Roma ha chiuso le indagini a carico del cittadino gambiano Mustafà Minte Lamin di 32 anni accusato di avere ceduto all'attore Libero De Rienzo la droga che gli ha provocato la morte il 15 luglio scorso. Nei confronti dell'indagato le accuse sono di morte come conseguenza di altro reato, detenzione e cessione di sostanza stupefacente. In base a quanto ricostruito dai carabinieri, il pusher avrebbe ceduto eroina anche ad altre cinque persone. Il pm Francesco Minisci, nell'avviso di conclusione delle indagini, atto che prelude di solito alla richiesta di rinvio a giudizio notificato al cittadino gambiano gli contesta le accuse di detenzione, cessione di stupefacenti e morte come conseguenza di altro reato. L'uomo, attualmente in carcere (era stato arrestato il 28 luglio scorso in flagranza di reato mentre era intento a vendere droga nella zona di Torre Angela), è accusato di aver ceduto droga oltre all'attore anche ad altre 5 persone. Il reato di morte come conseguenza di altro reato viene contestato alla luce del nesso emerso tra la cessione dell'eroina e il decesso dell'attore.