10 apr 2022

Leonardo Lamma, 19enne morto a Corso Francia a Roma: indagini per omicidio stradale

Dubbi sul manto stradale. L'avvocato della famiglia: "Il dissetto è stato riparato dopo l'incidente e dobbiamo chiederci perché"

featured image
Lorenzo Lamma, 19 anni

Roma, 10 aprile 2022 - Manto stradale riparato subito dopo l'incidente con la moto in cui giovedì 7 aprile Leonardo Lamma, il 19enne morto a Corso Francia. A segnalare il fatto è l'avvocato dei familiari della vittima, sentito da Notizie.com.
 ''Stiamo svolgendo una contro-indagine: ci risulta che il problema c'era da diversi giorni e non era stato risolto ma soltanto rattoppato, tant'è che il ragazzo vola letteralmente dalla moto" afferma Massimiliano Capuzi, l'avvocato della famiglia della vittima. 
''L'intervento di spianamento viene fatto guarda caso, proprio dopo l'incidente. Un intervento che comunque si doveva fare, sia chiaro, per evitare altre vittime'', aggiunge. 

Una lavoro che sarebbe stato fatto per sistemare il dosso di Corso Francia che potrebbe aver causato l'incidente mortale costato la vita al giovane Leonardo. È l'ipotesi della famiglia e dei legali del giovane studente deceduto. La procura di Roma che ha aperto un fascicolo con l'accusa di omicidio stradale riguardo al decesso del giovane, tragicamente carambolato sulla stessa strada dove avevano già perso la vita Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli.

L'incidente giovedì pomeriggio

Leonardo a bordo della sua moto, stava raggiungendo degli amici a Ponte Milvio nel tardo pomeriggio quando ha perso il controllo del suo motociclo. ''Il dissesto è stato immediatamente ripristinato e dobbiamo chiederci perché tutto ciò è avvenuto solo dopo l'incidente mortale, quando invece il pericolo era lì da giorni'' conclude l'avvocato. Sabato 9 aprile sulle strade romane ha perso la vita Alisia Mastrodonato un'altra giovane di 19 anni. 

I rilievi della polizia prima dei lavori

La polizia locale di Roma ha reso noto che i rilievi dell'incidente, avvenuto su Corso Francia giovedì, che ha portato alla morte del motociclista 19enne, sono stati tutti effettuati prima dei lavori di rifacimento del manto stradale. La polizia locale ha spiegato che si stanno svolgendo tutte le indagini del caso, senza escludere nulla, per accertare i fatti dell'incidente. Inoltre aggiunge che le indagini non sono chiuse e che gli accertamenti sul luogo sono stati fatti: compreso il rilevamento del manto stradale, e che rientreranno nel rapporto di incidente che si sta stilando. L'indagine sta quindi procedendo e la polizia locale sta risentendo tutti i testimoni e ne sta cercando di nuovi. Al vaglio anche le immagini dei due diversi impianti di video sorveglianza della zona.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?