quotidiano nazionale
19 giu 2022

Inseguimento a Roma, un'auto sfonda le transenne del Vaticano: è allarme

A bordo della Bmw, un 39enne albanese: per fermarlo, le forze dell'ordine hanno usato il taser. Ci sono stati degli spari, scattato l'allarme antiterorismo della Guardia svizzera

19 giu 2022
featured image
Inseguimento a Roma: auto sfonda transenne del Vaticano (Ansa)
featured image
Inseguimento a Roma: auto sfonda transenne del Vaticano (Ansa)

Roma, 19 giugno 2022 – Inseguimento a tutta velocità per le strade di Roma, un’auto in fuga sfonda le transenne del Vaticano. È successo questa mattina nel centro della Capitale, dove una Bmw non si è fermata all'alt intimato dai carabinieri. Ci sono stati degli spari, una guardia svizzera ha bloccato l’ingresso dell'area pontificia.

L'auto è ripartita infatti a tutta velocità, abbattendo alcune transenne di sicurezza in uso ai militari su via Paolo VI. Alla guida un uomo, fermato su via Gregorio VII. L’uomo è stato fermato dopo che un carabiniere ha sparato alle gomme della sua auto, nei pressi del Vaticano a Roma.

Inseguimento Vaticano, le foto dell'auto e dei rilievi
Inseguimento Vaticano, le foto dell'auto e dei rilievi

Fermato il fuggitivo

È stato necessario l'utilizzo del taser per fermare l'uomo alla guida dell'auto protagonista dell'inseguimento avvenuto nella zona del Vaticano. Si tratta di un 39enne albanese: dopo essere fuggito ai controlli dei carabinieri, che hanno sparato in direzione delle gomme, su via Gregorio VII ha incontrato sulla sua strada diverse auto della polizia che nella fuga ha anche tamponato.

L’inseguimento dell'uomo è finita contro un'auto della polizia messa di traverso, sbarrandogli la via di fuga. Il 39enne è rimasto dentro il veicolo e gli agenti hanno usato il taser per fermarlo. Sul posto, carabinieri, volanti e i poliziotti del commissariato Borgo.

Allarme sicurezza: esclusa minaccia terrostica 

Immediata la reazione del Vaticano, dove è subito scattato il sistema di sicurezza antiterrorismo dopo l'inseguimento con sparatoria avvenuto nei pressi di piazza San Pietro. La Guardia svizzera, per precauzione, dopo aver sentito gli spari, ha chiuso l'ingresso del Sant'Uffizio.  ''Fin dal primo momento non c'è stato alcun dubbio sul fatto che non ci fosse alcun pericolo di minaccia terroristica'', dice ad alcune ore dal fatto il dirigente dell'Ispettorato di pubblica sicurezza Vaticano Luigi Carnevale
spiegando che ''le autorità vaticane sono state tempestivamente informate''. 

''L'uomo con numerosi precedenti, soprattutto in materia di droga, era sfuggito a un controllo lontano dall'area di Piazza San Pietro ed è arrivato casualmente nell'area intorno al Vaticano - aggiunge - Inizialmente non c'è stata una reazione più ferma proprio per evitare anche reazioni di eccessivo allarme fra i fedeli e i pellegrini che a quell'ora erano già numerosi nella zona''.

Cosa è accaduto

L'uomo, alla guida di una Bmw non si è fermato all'alt durante i controlli e una gazzella dei carabinieri si è lanciata all'inseguimento. I militari gli hanno tagliato la strada e un carabiniere ha sparato alle gomme dell'auto, che è ripartita abbattendo alcune transenne di sicurezza in via Paolo VI .

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?